Quotidiano di informazione campano

Concordia e’ nel porto di Genova “Un grande successo di squadra”

rADIO PIAZZA NEWS OGGI 28 LUGLIO

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Genova,  La Costa Concordia e’ ormai in sicurezza ormeggiata alla diga foranea del porto di Genova. Sette dei tredici cavi complessivi sono gia’ stati assicurati alle 13 bitte sul molo e sono gia’ in tensione. Per questo e’ stata sciolta l’unita’ di crisi che si era costituita presso la capitaneria del porto di Genova che, attraverso la sala di controllo, continuera’ ugualmente a seguire l’operazione Concordia 24 su 24. A Genova e’ arrivato oggi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ha ringraziato, a nome di tutti gli italiani, gli artefici dell’operazione.

A determinare il successo dell’operazione Concordia e’ stata “la squadra incredibile, potentissima che abbiamo visto in cantiere, fin dalle prime fasi della progettazione. Non avete idea di quanto sia stato complesso questo progetto”. Cosi’ Nick Sloane, capo del progetto della Costa Concordia, nel corso della conferenza stampa conclusiva dell’operazione, al terminal Vte del porto di Genova-Pra’. “Una delle cose reso possibile questo successo – ha spiegato ancora Sloane – e’ stato l’aspetto della cotinuita’ della squadra: abbiamo mantenuto la stessa squadra dal primo giorno all’ultimo, fino all’ormeggio. Questo ha richiesto una pressione, uno stress e un lavoro duro. Per questo ringrazio i mogli, i figli e i familiari che dato il proprio sostegno a tutti i membri della squadra”. Sloane ha poi ringraziato l’ammiraglio Stefano Tortora, il prefetto Franco Gabrielli e tutta la Protezione Civile. “Questo capitolo della Concordia – ha proseguito Sloane – si puo’ ritenere chiuso. Rimane molto lavoro da fare al Giglio”. “Ora – ha concluso – il compito di proseguire nel progetto passa al concorzio San Giorgio – Saipem”.

Le prime panne (pannelli-paratie che circonderanno il relitto per contenere eventuali sversamenti in mare di sostanze inquinanti, ndr) sono state posizionate oggi mentre da domani si procedera’ con il posizionamento delle panne pesanti che, attaccate ai corpi morti sul fondale, emergeranno di 4 metri sopra il livello del mare. Per evitare danni alla diga foranea sono stati posizionati anche dei distanziatori, strutture metalliche cui sono stati attaccati dei grandi parabordi per attutire eventuali movimenti della Concordia.

“Oggi non e’ il giorno del lieto fine ma quello dei ringraziamenti” ha detto il premier Renzi parlando ai giornalisti sulla banchina del porto di Genova, con accanto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il capo della Protezione Franco Gabrielli e molti dei tecnici che hanno reso possibile il traino della Concordia dal Giglio a Genova.
“Sappiamo che non si torna indietro da questa tragica vicenda – ha proseguito Renzi – quindi nessuno issa le bandiere per festeggiare. Ma il lavoro di molti e’ stato importantissimo.
Esprimo la mia piu’ sincera gratitudine ai tecnici e a chi ha fatto questa impresa”.

“Non c’e’ possibilita’ di essere felici o di fare cerimonie, perche’ andiamo a chiudere una vicenda che ha portato 33 vittime”, ha proseguito Renzi. “Oggi – ha aggiunto – e’ innanzitutto il giorno del ricordo delle vittime e di gratitudine per l’isola del Giglio: nelle prossime settimane sara’ importante far notare all’Italia e al mondo questo gioiello straordinario con la sua bellezza che, oltre al paesaggio, e’ il cuore dei suoi abitanti”. “Oggi non c’e’ nessuna passerella, nessuno show, ma una manifestazione di gratitudine per aver realizzato una operazione che tutti ritenevano impossibile ed e’ giusto che il presidente del Consiglio ringrazi a nome di tutti gli italiani”.

Renzi ha preso spunto dall’operazione che ha riportato la Concordia a Genova per sottolineare che “L’Italia ha la la possibilita’ di ripartire e di uscire dalla crisi con una marcia in piu’. Ora occorre lavorare di piu’, meglio e con maggiore determinazione”.

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.