Quotidiano di informazione campano

Condannati per omicidio, chiamano a testimoniare l’ex capoclan oggi pentito

0

Marcianise – Colpo di scena nel processo in Appello per l’omicidio di Francesco Sagliano, avvenuto nel mezzo della faida tra i Belforte ed i Quaqquaroni. I 3 killer (Camillo Bellopede di Marcianise, Vincenzo De Simone e Michelangelo Amato di Caserta) condannati in primo grado hanno infatti chiesto di ascoltare l’ex capoclan Salvatore Belforte, oggi collaboratore di giustizia. Gli imputati, dunque, sono convinti che l’ex boss possa dimostrare la loro innocenza. In primo grado venne comminato l’ergastolo a Camillo Bellopede e  Vincenzo De Simone, mentreMichelangelo Amato è stato condannato a 30 anni di reclusione. Michelangelo Amato venne, addirittura, arrestato in aula dalla squadra mobile dopo la lettura della sentenza. Sagliano fu assassinato a colpi d’arma da fuoco, il 3 ottobre 2003, a Marcianise, perché, per conto del clan Piccolo, aveva partecipato ad un’attività estorsiva in danno di un imprenditore già taglieggiato dagli emissari .CASERTA 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.