Quotidiano di informazione campano

Coronavirus, in Campania registrati 186 nuovi casi positivi UNITA DI CRISI.

RADIO ANTENNA CAMPANIA DALLE 7,30 INDIRETTA NON SOLO MUSICA

Sono 186 i nuovi positivi a Covid-19 registrati nelle ultime ore in Campania su 6.072 tamponi esaminati. Questi i dati resi noti dall’Unità di crisi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

In 24 ore 186 positivi su 6.072 tamponi: questi i dati del bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-19 in Campania. Nel bollettino non si segnalano nuove vittime mentre vengono riportati 69 guariti.A Napoli 14 vigili urbani sono risultati positivi e 150 persone sono state poste in quarantena

16:50 – In Campania 186 positivi in 24 ore

In 24 ore 186 positivi su 6.072 tamponi: questi i dati del bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-19 in Campania. Il totale dei positivi è di 9.537 unità; quello dei tamponi è di 511.535. I guariti del giorno sono 69.

13:28 – De Luca: “Decisione ha evitato ecatombe Campania”

”Dall’alto si rimane senza fiato per l’intensa conurbazione che si percepisce tra i comuni sottostanti, dell’Area Metropolitana, Vesuviana e dell’Agro-Nocerino, tra le più intense d’Europa, fino a 20mila abitanti per chilometro quadrato. Per questo, se non fossi intervenuto con decisione nel periodo intenso della pandemia del Covid-19, qui da noi si sarebbe potuta verificare un’ecatombe”. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, oggi al castello di Lettere (Napoli). “Pensate cosa sarebbe potuto accadere anche dopo, se non avessi imposto il controllo obbligatorio a fine vacanze estive, su chi arrivava da altre regioni italiane e dall’estero. Abbiamo scoperto e isolato 3mila asintomatici, che altrimenti adesso sarebbero in giro per la Campania a contagiare altre migliaia di persone. Il mio è stato uno sforzo di rigore per dare sicurezza. Altro che campagna elettorale. Anche in queste ore si sta lavorando per scongiurare la crisi che potrebbe arrivare dalla seconda ondata della pandemia annunciata tra un paio di mesi. Ci prepariamo ad affrontare l’onda d’urto”, ha aggiunto De Luca.

12:57 – De Luca alle mamme: “Vaccinate subito i bambini”

Un appello alle mamme e a tutti i cittadini della Campania affinché si vaccinino già a partire dalla fine di settembre è stato lanciato questa mattina dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine della inaugurazione dell’allestimento museale interno al la rocca del castello di Lettere (Napoli). ”In queste ore – ha affermato De Luca – stiamo terminando i test sierologici al personale scolastico, docenti e non docenti: 140mila dipendenti, per rassicurare i genitori che manderanno a scuola i propri figli a partire dal 24 settembre”.

”Abbiamo fornito ai presidi i termoscanner per misurare la temperatura agli alunni – ha aggiunto il governatore della Campania – Ma, intanto, lancio un appello agli adulti e ai bambini, di fare subito il vaccino antinfluenzale, perché i virologi hanno avvisato che la seconda ondata, attesa tra ottobre e novembre, sarà tremenda e con gli stessi sintomi dell’influenza stagionale. Quindi, cerchiamo tutti di non farci trovare impreparati, escludendo con il vaccino di ammalarci con l’influenza comune, così da poter identificare immediatamente se i sintomi sono quelli della pandemia”. ”Quattro mesi fa – ha ancora affermato de Luca – ho ordinato, primo in Italia, un milione e 800 mila vaccini antinfluenzali che arriveranno a fine settembre. Sono anche vaccini pediatrici. Dico alle mamme: preparatevi, perché oggi la situazione è difficile. Abbiamo l’Economia aperta, le frontiere aperte e aperte le Regioni, con i ragazzi che questa estate sono stati in discoteca e ora tornano a scuola, quasi tutti asintomatici. E qui, al Sud, i rapporti familiari sono intensi. La domenica si passa tutti insieme riuniti, nonni, zii e nipoti… Vi chiedo di non allarmarvi, ma di collaborare. State tranquilli, ma dateci una mano”.

10:34 – De Luca: “Acquistati vaccini antinfluenzali per 4 milioni di campani”

“Abbiamo già acquistato i vaccini antinfluenzali per 4 milioni di campani. Primi in Italia. Mentre la Lombardia sta ancora prenotando il farmaco richiesto in Francia”. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, a margine della visita a Lettere (Napoli) per l’inaugurazione del museo nel Castello cinquecentesco restaurato.

9:38 – Napoli, 14 vigili contagiati: 150 persone in quarantena

Un’intera unità operativa, quella di San Lorenzo, la più grande di Napoli, chiusa: accade nel reparto del centro storico della Polizia municipale dove 14 vigili urbani – secondo quanto scrive Il Mattino – sono risultati contagiati dal Coronavirus mentre 150 sono in quarantena. Sono in corso i tamponi per verificare se altri agenti di altre zone della città siano stati contagiati. L’unità operativa di San Lorenzo copre una vasta area del centro della città, che va da piazza Garibaldi ai Decumani.

7:17 – In Campania 136 positivi su 3.895 tamponi

Sono 136 i nuovi positivi a Covid-19 registrati nelle ultime ore in Campania su 3.895 tamponi esaminati. Lo rende noto l’Unità di crisi. Nel bollettino non si segnalano nuove vittime mentre vengono riportati 60 guariti.

7:08 – Positivo un agente della stazione linea 1 metrò Napoli

Un agente di stazione della Linea 1 della metropolitana di Napoli è risultato oggi positivo al covid19. La comunicazione è pervenuta ad Anm che ha attivato i protocolli interni individuando i colleghi che hanno lavorato a contatto con il soggetto positivo nei 14 giorni precedenti la data di esecuzione del tampone. Il dipendente ha operato nella stazione di Municipio. “I protocolli aziendali – si legge in una nota – sia relativi al personale di front line sia relativi alla sanificazione delle postazioni di lavoro e delle zone di transito dei passeggeri, sono e sono stati correttamente rispettati. In particolare, le sanificazioni sono state eseguite, più volte al giorno, con continuità. I 15 dipendenti che hanno lavorato a contatto con l’agente risultato positivo domani, in due turni, e prima di riprendere servizio, saranno sottoposti a test sierologico. Anm ha anche avvertito le ditte esterne, tra cui quelle che si occupano di pulizia e di vigilanza, inviandogli i turni di presenza dell’addetto positivo per i controlli di loro competenza tra il personale.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.