Quotidiano di informazione campano

Cortina, scritte razziste Preso il responsabile

0

Luomo una volta portato in Commissariato ha subito confessato laccaduto motivando il gesto con linsofferenza verso lo Stato italiano che, secondo lui, offrirebbe maggiori tutele agli extracomunitari rispetto ai suoi cittadini.Cortina d’Ampezzo (Belluno), 7 febbraio 2013 – E finita con unindagine a tempo di record la vicenda delle scritte razziste e xenofobe sui muri di Cortina: il responsabile è un cinquantenne residente nella cittadina dolomitica.Luomo, individuato dalla polizia, una volta portato in Commissariato ha subito confessato laccaduto motivando il gesto con linsofferenza verso lo Stato italiano che, secondo lui, offrirebbe maggiori tutele agli extracomunitari rispetto ai suoi cittadini. Luomo, già noto alla polizia, è stato indagato a piede libero per il reato di imbrattamento aggravato da motivazioni razziali.”Unottima prova degli uomini e delle donne della polizia ai quali vanno i miei complimenti – ha commentato il sindaco Andrea Franceschi -. Il responsabile delle scritte razziste si è rivelato essere una persona con forti problemi psico-comportamentali. Nessun razzismo a Cortina, quindi, solo il gesto di una squilibrato“.

Le scritte, apparse ieri di prima mattina e subito cancellate, indicavano la mano di un solo autore che aveva agito con dello spray nero. Tra le scritte – di cui una sulla parete laterale del Duomo di Cortina – quelle contro romeni, albanesi, zingari e uomini di colore. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.