Quotidiano di informazione campano

Ecco cosa scrive la rivista PawNation, In occasione del SANA 2016 abbiamo intervistato Rossella Barlotozzi di Probios, che ci ha parlato delle novità dell’azienda, tra cui una ‘nduja vegan e una torta al cioccolato.

CURIOSITA' ce' chi spende milioni per il suo CANE O GATTO .ma e' giusto oppure no DA RADIO PIAZZA LA GAZZETTA CAMPANA

0

VOGLIAMO SAPERE COSA NE PENSANO I NOSTRI LETTORI DELLA                GAZZETTA CAMPANA  SU QUESTE  CURIOSITA’scriveteci info@lagazzettacampana.it

Siete d’accordo che si spendono tanti soldi per gli animali e no per i cristiani! sara’ anche per questo che sta arrivando la fine del mondo .perche’ l’amore che ti danno cani e gatti non lo danno ANCHE i cristiani PER  i figli, per i genitori anziani ,persone che non possono mangiare il primo piatto, e cani che si fanno il trucco i massaggi  ma allora questa gente veramente dicono a Napoli e’ sciut’e’ capa…….. ecco cosa scrive la rivista FIDO E MICIO

Cani e gatti accompagnano quotidianamente la vita di milioni di persone, donando affetto e amore infinito. Anche il proprietario più attento, però, potrebbe non essere al corrente di alcune singolari curiosità che caratterizzano il fisico e l’esistenza degli animali domestici. Quali sono, perciò, i fatti più curiosi di cani e gatti?

A rispondere a questa domanda ci ha pensato la redazione di PawNation, che ha voluto raccogliere le cinque stranezze più diffuse di Fido e Micio. Dai comportamenti più insoliti alle conformazioni del corpo, alcune risposte a quei quesiti irrisolti che da sempre albergano nella mente dei proprietari:

  • Lingua del gatto: in molti se ne saranno accorti, la lingua del gatto è ruvida e porosa. Ma quale è il motivo? Le sue papille, dette filiformi, ricordano molto i denti di una spazzola. E proprio a questa funzione assolvono: oltre a trattenere il cibo, servono all’animale per mantenere il manto in perfetto stato. La struttura è infatti appositamente pensata per catturare peli morti, pettinare quelli sani e, grazie alla saliva, l’operazione porta anche alla distruzione di molti batteri;
  • Cani ed erba: si è soliti pensare a una cattiva digestione quando il cane mangia l’erba. In realtà, delle recenti ricerche dimostrerebbero come Fido vi ricorra anche per semplice gusto, risultando l’erbetta del giardino particolarmente saporita alle sue papille gustative. In caso d’assenza di segnali specifici – come guaiti per il dolore o feci non ben formate – bisogna escludere qualsiasi forma di preoccupazione;
  • Gatto raggomitolato: quante volte il micio si raggomitola durante il giorno, assumendo le fattezze di una morbidissima pallina? Questa posizione è tradizionalmente connessa al sonno, ma in realtà è un modo per trattenere il calore nelle giornate più fredde. D’estate, al contrario, il gatto si stende mostrando l’addome, cedendo così la temperatura in eccesso;
  • Targhetta: la targhetta sul collare di cane e gatto oggi non genera affatto stupore. Ma quando venne introdotta per la prima volta a Cincinnati, nel diciannovesimo secolo, è stato davvero un evento rivoluzionario. In quel momento si è sancito legalmente il diritto dell’animale a un proprietario riconosciuto, nonché a una casa. Prima della targhetta, il proprietario ne perdeva il possesso qualora gli animali si fossero allontanati dall’abitazione;
  • Unghie retrattili: le unghie del gatto sono chiamate impropriamente retrattili. Il procedimento naturale è infatti l’esatto contrario: nella posizione di riposo, gli artigli sono nascosti all’interno della zampa e per mostrarli all’esterno l’animale deve compiere un’azione volontaria che coinvolge diversi muscoli. Insomma, piuttosto che retrattili, le unghie feline sono estraibili.  adesso parliamo degli umani è delle persone che non possono muoversi,su sedie a rotelle che non stanno bene ,gli anziani quanto vanno a dormire. se ce l’ hanno il letto !  e  anche digiuni  a pancia su chi s’interessa a loro, perche’ tutta la vita non hanno dato a gli altri tutto lavorando  e ai figli amore ,affetto e cc.. lo sapete voi quando arriva una festa ricordevole e queste persone sono soli come si diceva una volta come un cane ,mentre il cane festeggia insieme a tutti e lo coccano selo abbracciano lo chiamano bello di mamma gli danno i dolcetti e se si sentono male chiamano al medico  spendendo tanti soldi TOTO’ diceva  MA mi faccia’ il piacere e qui che ti viene voglia di dire vorrei essere un cane .Aspettiamo le vostre risposte li pubblicheremo tutte , radio piazza curiosita’

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.