Il medico contagiato è stato prelevato ieri in Sierra Leone, dove è atterrato e subito ripartito il Boeing KC 767 dell’Aeronautica configurato appositamente per questo tipo di trasporti sanitari di emergenza. Il velivolo, in particolare, è dotato di una barella chiusa – denominata Aircraft Transit Isolators (Ati) – che garantisce il trasporto in sicurezza di pazienti colpiti da malattie infettive altamente contagiose e diffusibili, tra le quali ad esempio le febbri emorragiche, la sars, il colera e, appunto, l’ebola. A bordo del velivolo anche una Unita’ di isolamento aeromedico, cioè un team della stessa Aeronautica composto da ufficiali medici e infermieri addestrati ad ogni tipo di trasporto in condizioni di bio-contenimento. Sulla pista dell’aeroporto un’ambulanza specificamente attrezzata che trasporterà il paziente all’ospedale Spallanzani di Roma, dove è pronta una stanza di isolamento dedicata.ANSA,RADIO PIAZZA NEWS