Quotidiano di informazione campano

Cronaca il 2018 ha iniziato male in campania due morti per i fuochi d’artificio, e circa 10 feriti a catania

CRONACA RADIO PIAZZA NEWS

0

 Tre persone sono ricoverate in prognosi riservata nel capoluogo etneo per ferite da botti e petardi. Altre sei sono state soccorse per ferite più leggere. Pesante il bilancio in Campania: due morti in provincia di Benevento e 107 feriti. A Palermo 14 ragazzini sono stati coinvolti in incidenti con materiale pirotecnico

 nove le persone ferite a Catania e provincia a causa dei fuochi d’artificio. Per festeggiare il passaggio al nuovo anno, in tre sono ancora in prognosi riservata, ricoverati al Policlinico etneo per ferite agli occhi. Altri due sono stati soccorsi al Vittorio Emanuele, quattro al Garibaldi.

Palermo nessun danno preoccupante – ferite guaribili entro i 30 giorni – ma a far riflettere è l’età dei feriti: 14 i ragazzini tra i dieci e i 16 anni sono stati accolti negli ospedali del capoluogo assieme a due adulti. A Siracusaun romeno di 29 anni ha appiccato un incendio in un balcone maneggiando impropriamente dei fuochi d’artificio.

Ben più grave il bilancio in Campaniaun ristoratore nel Beneventano è rimasto ucciso da un razzo che lo ha colpito al viso. Il 51enne ha subito traumi irreversibili dopo aver acceso dei petardi in un mortaio. Sempre in provincia di Benevento, un 49enne avellinese è morto mentre preparava assieme ad alcuni familiari una batteria di fuochi. Nella regione sono 107 i feriti accolti negli ospedali su un totale di 361 persone che in tutta Italia hanno maneggiato incautamente materiale esplosivo ferendosi in maniera più o meno grave. Dita amputate e danni agli occhi sono le ferite più frequenti.

Sensibile il calo rispetto all’anno passato, quando i feriti erano stati 561. Ma il conteggio rischia sempre di aumentare per le ferite provocate dapetardi rimasti inesplosi e raccolti, soprattutto dai più piccoli, il primo giorno dell’anno. Come accaduto a Milano, dove un bambino di origini nomadi di 11 anni ha perso tre dita. Lavori straordinari anche per i vigili del fuoco, costretti a compiere vari interventi durante tutta la notte per spegnere incendi di auto e cassonetti innescati da botti.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.