Quotidiano di informazione campano

Cronaca Meteo – Maltempo in Italia piove ancora al Nord e al sud,

Cumuli di oltre 120mm sulle regioni settentrionali, il maltempo nel frattempo allenta la presa al Centrosud dopo il disastro del weekend. anche il terremoto nel salernitano

Il maltempo concentra la sua azione soprattutto al Nord. Da ieri sera pioggia incessante su diverse regioni soprattutto Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto ma accumuli importanti anche sul Piemonte settentrionale. Dalla mezzanotte punte di 85mm che sommati a quelli delle precedenti 24 ore raggiungono e superano i 120-140mm. La situazione è critica soprattutto nel Bellunese.

Aggiornamento ore 17.00 – Eloquenti le immagini satellitari su scala europea, aria fredda continua a scorrere verso il comparto occidentale, fucina di perturbazioni destinate a muoversi poi verso l’Italia in un letto di correnti miti. Intanto al Sud, fatta eccezione per la Campania e la Puglia centro meridionale, è tornato un po’ di sole dopo i nubifragi del weekend, responsabili come purtroppo sappiamo di 12 vittime in Sicilia. Resta invece l’emergenza al Nord vuoi per le pregresse condizioni di maltempo dell’ultimo periodo che per le piogge cadute nelle ultime 24 ore. Bersaglio del maltempo Piemonte settentrionale, Lombardia, Triveneto ed Emilia. Gli accumuli più significativi dalla mezzanotte in provincia di Trento con 85mm raggiunti a Capanna Sinel. Punte di 60-70mm nel Cremonese e nel Veronese, fino a 50-60mm nel Bergamasco e sul Verbano. La pioggia che continua a cadere ininterrotta da giorni ha gonfiato i bacini idrografici di tutti i fiumi. Piove anche sulle regioni centrali e in particolare sul Lazio sopratutto sulla provincia di Roma don 33mm caduti dalla mezzanotte.

Sorvegliato speciale il Po in Emilia Romagna tra Reggio Emilia e Ferrara, in particolare tra Brescello e Boretto. La piena per il momento è sotto controllo, siamo all’incirca a 5-6mila metri cubi al secondo poco più della metà della sua piena storica ma resta l’allerta arancione su tutta la regione almeno per le prossime 12-24 ore. I danni per i temporali ed il vento ammontano a diverse decine di milioni di euro, chiesto dal Governatore Stefano Bonaccini lo stato di emergenza.

In lombardia la piena del Po scorre senza danni nel Pavese ma si registrano numerosi problemi per allagamenti tra la provincia di Bergamo e quella di Cremona dove gli accumuli dalla mezzanotte sfiorano i 50-60mm. Potrebbe essere stato causato dal maltempo ma ci saranno accertamenti, l’incidente che all’alba ha visto coinvolta un’auto a Dalmine con una vittima.

In Veneto la situazione resta particolarmente critica nel Bellunese dove si è recato il direttore della protezione civile Angelo Borrelli per un sopralluogo. Le piogge di stanotte hanno colpito soprattutto il Veronese con accumuli fino a 65mm tra Zevio e Legnago e 70mm nella provincia di Rovigo. Anche qui l’allerta arancione è stata prolungata per tutta la giornata di lunedì. Situazione analoga nel Trentino dove gli accumuli dalla mezzanotte hanno raggiunto i 60mm in provincia di Trento.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.