Quotidiano di informazione campano

Dà fuoco a compagna incinta, bimba fatta nascere prima

Un ansadi ieri sera per radio piazza news cronaca campania I medici hanno deciso di far partorire la donna: la neonata, sebbene prematura, sta bene. Donna in prognosi riservata. Uomo fugge e viene arrestato

0

Al culmine di una lite dà fuoco, con l’alcol, alla propria compagna incinta e poi scappa: è successo a Pozzuoli (Napoli). La donna di 38 anni, Carla Ilenia C., è stata soccorsa e trasportata dal 118 nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli. I medici hanno deciso di far partorire la donna: la neonata, sebbene prematura, sta bene. La donna ha ustioni sul 40 per cento del corpo, la prognosi per lei è riservata. Carla era all’ottavo mese di gravidanza.

L’uomo è stato arrestato a Formia (Latina) dove ha avuto un incidente stradale: ai carabinieri ha confessato l’accaduto. Si chiama Paolo Pietropaolo, di 40 anni, ed è già noto alle forze dell’ordine per reati di droga. I carabinieri lo hanno portato nella caserma di Formia per farlo sottoporre ad interrogatorio da parte del magistrato di turno della procura della Repubblica di Cassino. L’episodio si è verificato davanti all’abitazione dei due che si trova in un parco residenziale. Dopo aver dato fuoco alla compagna l’uomo è salito a bordo dell’auto di famiglia ed è fuggito mentre le fiamme divampavano sul corpo della donna incinta. A soccorrerla è stato un vicino di casa che ha spento le fiamme, poi il soccorritore ha chiamato il 118.

La piccola, nata con il cesareo a 34 settimane di gestazione, verrà chiamata Giulia Pia. La madre lavora come estetista, mentre l’uomo che le ha dato fuoco vive grazie all’amministrazione dei beni di famiglia. I medici del Cardarelli definiscono “molto serie” le condizioni della paziente, che è intubata. Il compagno ha riportato lievi contusioni nell’incidente stradale: l’auto su cui stava viaggiando è finita contro un guard rail.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.