Quotidiano di informazione campano

Da radio piazza con Tony L’’Americano. La ludopatia, “gioco d’azzardo patologico, è la malattia di oggi”

0

Sono sempre di più le persone che giocano. Ma come si può essere così fessi da aggiungere alle tante malattie che ci manda la natura, anche quella del gioco, la droga, il fumo, e gli alcolici. La ludopatia, è una malattia che può dare dipendenza come lalcol. Non è una malattia che ci manda il Signore, ce la procuriamo noi. Anche se non ci sono soldi, e con questa crisi non si riesce a comprare da mangiare, il gioco, nessuno lo lascia, e in più, si aggiunge anche il governo con le sigarette e il gioco del lotto. Una volta al lotto, e alla sisal ecc.., si giocava solo il sabato. Mentre oggi, per alcuni giochi sono 3 giorni a settimana. Altri, a qualsiasi ora e anche su internet. Giocano, tutti, persone di mezza età, e ragazzi. Nelle sale bingo ci sono tante Signore, che prendono solo la pensione e sono accanite giocatrici, poi restano senza soldi, e vanno a chiederli in giro. Lanciamo un appello al governo. Visto che di soldi con il gioco ne guadagna troppi, perché non ritorna come prima? Far giocare solo a fine settimana?
Carissimi amici, vi dò un buon consiglio, in particolar modo ai giovani, lasciate perdere il gioco, avvicinatevi di più ad altre iniziative sociali e divertitevi in modo sano. Tutte queste dipendenze al gioco e allalcool, un giorno possono portare alla morte.
                                                                                                                    Tony LAmericano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.