Quotidiano di informazione campano

DA RADIO PIAZZA SALUTE OGGI I geni che ci fanno amare o detestare un cibo

0

Amate il cioccolato fondente e odiate i broccoli?  Lavversione o, al contrario, la predilezione per determinati alimenti si nasconde nel Dna: a sostenerlo sono i risultati ottenuti da un gruppo di ricercatori italiani dellUniversità di Trieste IRCCS Burlo Garofolo. La loro ricerca,  presentata alla conferenza della European Society of Human Genetics  ha individuato 17 geni che fanno apprezzare di più determinati alimenti tra cui pancetta, caffè, cicoria, cioccolato fondente, funghi, succo d’arancia, olio o burro sul pane, vino bianco, broccoli e carciofi. Questi geni non sono recettori del gusto o dell’olfatto, ma sarebbero coinvolti nella trasmissione dei segnali o alla loro elaborazione.  Lo studio ha coinvolto 4000 volontari i cui profili genetici sono tati incrociati con le rispettive preferenze alimentari. Secondo i ricercatori la scoperta apre la strada alla creazione di diete personalizzate su base genetica,  che in futuro potrebbero essere un ausilio nella perdita di peso o nel contrastare malattie come lipertensione o il cancro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.