Quotidiano di informazione campano

DA STASERA ALLERTA METEO, OCCHIO AI PALI DELLA LUCE E AI PINI MALATI, SECCHI E A POTENZIALE RISCHIO CROLLO PRESENTI LUNGO LE STRADE DELL’ISOLA D’ISCHIA

A partire dalle ore 20.00 di questa sera martedì 26 marzo 2019 e per le prossime 36  ore, su tutto il territorio regionale sono previsti venti forti e mare agitato. Ad annunciare la nuova allerta meteo è il bollettino diramato dalla Protezione Civile regionale.  Sull’isola d’Ischia, da anni, il vento forte fa più paura rispetto ad altre località, a causa della presenza nelle piazze e sulle strade isolane di alberi di grosso fusto e, in modo particolare, di possenti pini spesso indeboliti da malattie come la marchellina ellenica o completamente secchi e per questo a potenziale rischio crollo. Come quelli presenti sulla via Borbonica tra Forio e Lacco Ameno, a Fiaiano, lungo tutte le strade comunali ed ex provinciali isolane, nelle pinete come quella del Bosco della Maddalena (dove preoccupano soprattutto i pini secchi che affacciano sulla strada del Castiglione) e quella di Fiaiano e, in modo particolare, a quelli che si trovano nel centro cittadino del Comune di Ischia. In via Alfredo De Luca, via Sogliuzzo, via Michele Mazzella nei pressi della scuola media “Giovanni Scotti” e quelli piantati tutt’intorno al palazzetto dello Sport “Federica Taglialatela” di cui da tempo, come Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, ne chiediamo una capillare verifica statica. E’ vero che a seguito delle continue denunce politiche e giornalistiche del PCIM-L, guidato dal Segretario generale Domenico Savio, alcuni pini secchi e a  rischio crollo sono stati rimossi nel  parcheggio di Fondobosso, nella pineta degli Atleti e in via Leonardo Mazzella, ma è stato fatto ancora poco rispetto alla diffusa   moria di pini che si è verificata a causa dell’insensibilità politica dell’attuale e delle passate amministrazioni comunali le quali, nonostante le nostre incessanti sollecitazioni, non hanno provveduto a curarli adeguatamente per evitarne la morte. Per quanto riguarda via Borbonica, invece, ricordiamo che ultimamente sono stati ben tre i pini che si sono improvvisamente schiantati al suolo e che solo per una fortunosa casualità non hanno causato danni a cose e persone. E’ vero che ultimamente su quella strada c’è stato un intervento da parte della Città Metropolitana, ma certamente non bastano le operazioni di potatura effettuate nei giorni scorsi su alcuni esemplari per farci dormire sonni tranquilli. Infatti ognuno di quei pini necessita, assolutamente, di una perizia statica per decretarne l’eventuale pericolosità o meno. Il PCIM-L, continuerà a sollecitare l’amministrazione comunale di Ischia, la Città Metropolitana  e tutti i sindaci isolani a mettere in sicurezza strade e pinete da alberi a potenziale rischio crollo,  affinché in giornate così ventose come quella prevista per domani, non si debba stare in apprensione più del dovuto…

Gennaro Savio

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.