Quotidiano di informazione campano

Dall’ospedale il cantante pugliese Tornero’ presto a cantare

RESTERA' ANCORA PER 5 GIORNI IN OSPEDALE E POI 30 GIORNI DI RIPOSO A CASA ANNUCIATO IL MEDICO

0

«Ho passato un brutto quarto d’ora, con dolori al petto come non li avevo mai provati». Dal letto dell’ospedale Santo Spirito di Roma, Al Bano commenta la sua disavventura. «All’inizio ho pensato a un attacco di reumatismi. Ma i dolori continuavano e così sono corso in ospedale. Infarto!». Prende fiato. «Adesso devo stare inchiodato per un po’. Il che è contro la mia natura. Certo ne ho viste di tempeste nella mia vita, ma questa francamente non me l’aspettavo. Ma ce l’ho fatta anche questa volta». Albano parla con scioltezza pur avendo passato la notte in sedazione. «Anche stavolta lo Spirito Santo mi ha protetto. Pensate se fosse successo una settimana fa, quando ho cantato a Erevan, in Armenia. Oggi non sarei qui a raccontarla». Negli ultimi anni l’attività dell’artista si è fatta frenetica: un disco con i grandi successi di Sanremo, spettacoli in Italia e all’estero Croazia, Germania – con Montserrat Caballé -, Kazakistan) e ben due libri a sfondo mistico-religioso: Io ci credo e il più recente Fra cielo e terra. Quest’ultimo dedicato ai Comandamenti («ne rispettassimo almeno sei su dieci il mondo funzionerebbe meglio»). Al Bano poi ne ha aggiunto un undicesimo :«Non inquinare».CRONACA RADIO PIAZZA NEWS

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.