Quotidiano di informazione campano

DECRETO GENOVA PASSA AL SENATO MA I DISSIDENTI CINQUESTELLE PASSANO A 7

POLITICA LA GAZZETTA CAMPANA NEWS

Icosiddetti “ortodossi”, ieri i grillini del M5S al Senato che fanno capo a Roberto Fico, presidente della Camera fanno pesare le loro contrarietà sul Decreto Genova e votano no alla legge che, l’Aula a maggioranza ha licenziato. È in questo decreto è stato ripristinato originariamente l’emendamento sul condono a Ischia che era stato bocciato in Commissione Lavori Pubblici dove il governo, per la prima volta, era andato sotto con i voti di Gregorio Sommese, il famoso comandante del porto di Livorno che ordinava al comandante Schettino di risalire a bordo della nave Costa Crociere arenatasi all’Isola del Giglio e l’altra senatrice pentastellata: la napoletana Paola NUGNES. A questi si aggiungono altri senatori che diventano 7. Il Decreto comunque passa con il mal di pancia dello Stato maggiore dei grillini. È sia la NUGNES che Sommese sono stati definiti ‘traditori’ dal capogruppo PATUANELLI e Di Maio dice che i due con altri dissidenti sono già stati segnalati ai provvisori del movimento che dovrà decidere un eventuale sospensione dal gruppo, e ciò accadrà i dissidenti passerebbero al gruppo misto o iscriversi ad altro gruppo. Ma Di Maio lancia un’altro sospetto: sarebbe che il comportamento dei dissidenti e finalizzato ad avere mani libere dal proposito di devolvere parte dello stipendio alle regioni alluvionale nei giorni scorsi. Ma come si sa, ogni parlamentare non è obbligato e che tale scelta da effettuare tramite bonifico bancario è facoltativa. Per la verità un impegno che i grillini avevano preso anche nella scorsa legislatura ma una buona parte di essi non optarono a tale impegno per cui lo stipendio venne intascato per intero.  Ora bisogna vedere cosa succederà visto che il Decreto Genova è solo una materia per cui i grillini cominciano a bisticciare tra loro. È curioso verificare se questa indifferenza nel movimento aumenterà oppure si tirerà avanti anche perchè ogni deputato o senatore cerca di conservare la poltrona o si creeranno gruppi autonomi come è già successo nel passato con ALA, LEU ecc. anche perchè la legislatura sembra già scricchiolare ma sono passati appena 5 mesi dal suo insediamento ed almeno, dicono gli analisti, fino alle Europee vi saranno altri litigi interni ma nient’altro anche se l’Europa, come si dà, ha già bocciato la Manovra.                    Nicola Valeri  PER LA GAZZETTA CAMPANA

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.