Quotidiano di informazione campano

DERMART: il convegno che unisce la Dermatologia con l’Arte

Roma – Ex cartiera LatinaParco Regionale dell’Appia Antica PER RADIO PIAZZA NEWS

0

Colori, linee e forme delle malattie cutanee rendono la pelle una tela pittorica in continuo rimaneggiamento. Nuovi colori si stratificano, elementi di forma si modificano nel tempo, a causa dell’ambiente, delle malattie e dell’invecchiamento naturale. Il compito dei dermatologi è di saper interpretare i dettagli dei cambiamenti della pelle come i critici d’arte fanno sulle tele, di saper curare i cambiamenti patologici e di aiutare a prevenire quelli legati al tempo e alle cattive abitudini. Per questo motivo e con questo obiettivo nasce Dermart, un convegno che unisce la Dermatologia con l’Arte per sviscerarne i comuni linguaggi. Ideata e diretta da Massimo Papi e giunta alla sua settima edizione, la rassegna continua la sua tradizione nel confronto didattico tra malattie cutanee e pittura proponendo anche una serie di argomenti nuovi di interesse multidisciplinare. Quest’anno Dermart si svolgerà al Parco Regionale dell’Appia Antica di Roma (ex cartiera Latina) il 25 e 26 settembre p.v. e vedrà intervenire relatori appartenenti sia alle diverse professioni del mondo sanitario (medici, infermieri, biologi, psicologi), sia al poliedrico universo artistico (pittori, art makers, storici e critici dell’arte), insieme ad interloquire, interpretare, storicizzare e dare nuovi significati a sofferenze e inestetismi della pelle. Il tema di base del meeting sarà l’adolescenza con le modificazioni e i cambiamenti critici che la cute e gli annessi subiscono in tale fase della vita e gli aspetti importanti che la pelle riveste nella formazione della propria immagine. Numerosi gli argomenti trattati. Tra questi si parlerà degli elementi che nei “ritratti” permettono d’identificare alcune malattie cutanee degli adolescenti (atopia, psoriasi) e del ritratto che ognuno di noi fa di sé durante questa delicata fase di trasformazione (autoritratto), come anche delle ultimissime metodiche d’indagine strumentale che permettono anche interessanti parallelismi tra lesioni cutanee del volto (es. cheratosi attiniche) e i colori brillanti della pop art. L’attenzione in epoca adolescenziale alla condizione dei capelli è fonte di numerosi problemi sul piano psicologico e richiede grande capacità diagnostica oltreché scelte terapeutiche diversificate da parte dei dermatologi. Si affronteranno tali tematiche, illustrando anche i casi di alterazioni nelle malattie congenite o rare dei bambini e in quelle più numerose tipiche dell’adolescenza (alopecia areata, alopecia androgenetica iniziale) e offrendo risposte a come poter curare o “coprire” tali disturbi. Visto il successo nel Congresso del 2014, Dermart propone anche un curioso allenamento nell’interpretare i particolari dei ritratti famosi di giovani, ipotizzando poi potenziali diagnosi e storie cliniche, insieme ad esperti storici dell’arte (iconodiagnostica). L’abilità osservazionale, la finezza nell’interpretazione psicologica, l’attenzione a dettagli e simboli, renderanno così i partecipanti raffinati diagnosti e creatori di storie affascinanti tra vissuti e potenziali patologie. Saranno inoltre chiamati a confrontarsi neuroscienziati e psicologi per capire le ansie che viviamo in questo periodo dell’esistenza, le possibili conseguenze sulla cute e il ruolo dell’arte per meglio comprendere e attenuare i disturbi cutanei. Su tale argomento la lettura del saggio “Le lesioni cutanee autoinflitte” saprà far meglio comprendere gli aspetti clinici dermatologici di patologie spesso di difficile diagnosi, mentre altri interventi di brillanti esperti del settore esploreranno il versante psico-affettivo legato a questa materia. Il tema “La pelle nella musica leggera” sarà poi occasione di censire, con leggerezza insieme al pubblico convenuto, le canzoni più famose nelle quali la cute è in qualche modo protagonista. Dermatologi appassionati e artisti del mondo della musica e del teatro aiuteranno con le loro interpretazioni a rendere più lievi alcuni aspetti difficili delle malattie cutanee. L’inganno dei fattori osservazionali sulle manifestazioni cliniche della pelle – alla pari del trompe l’oeil della pittura –  sarà ulteriore oggetto di approfondimento nella pratica quotidiana delle diagnosi cliniche attraverso anche un concorso clinico aperto ai giovani e meno giovani dermatologi con brevi descrizione di storie cliniche. Infine, nell’”Angolo della storia”, spazio alla comprensione del significato della gestualità e della comunicazione espressa dalle mani nella storia dell’arte della scultura (Maniloquium). Cornice della manifestazione è la splendida sede della ex Cartiera Latina, sede istituzionale del Parco dell’Appia Antica, una location immersa nella Natura che ispirerà un’apposita sessione dedicata alla scoperta dei rischi delle punture d’insetti e parassiti degli ambienti naturali e alle corrispondenze morfologiche tra natura, cute e arte, arrivando ad esaminare le dermatosi da contatto con le piante e dei danni del sole (fitofotodermatosi e cheratosi attiniche). Sarà infine organizzato un minicorso all’arte della medicazione infermieristica della cute dei bambini e degli adolescenti, che forse a volte si dimentica essere più sensibile e delicata di quella dell’adulto e a rischio di danni, di inefficacia terapeutica o non aderenza, se non vengono fornite una serie d’informazioni e spiegazioni ai genitori. Dermart 2015 si conferma così essere un convegno-evento fuori dagli schemi, atto a far conoscere ed apprezzare la medicina anche negli  aspetti più semplici di umanizzazione, nonché un’occasione per gli studenti universitari di ottenere ben 9 crediti formativi attinenti alle seguenti facoltà: Chirurgia Generale; Dermatologia e Venereologia; Medici di Medicina Generale; Neurologia; Pediatria; Pediatria (Pediatri di Libera Scelta); Psicologia; Psicoterapia; Neuropsichiatria Infantile; Farmacia Territoriale; Farmacia Ospedaliera).

 

Venerdì 25 – Sabato 26 settembre 2015

DERMART: il convegno che unisce la Dermatologia con l’Arte

Roma – Ex cartiera Latina Parco Regionale dell’Appia Antica

Colori, linee e forme delle malattie cutanee rendono la pelle una tela pittorica in continuo rimaneggiamento. Nuovi colori si stratificano, elementi di forma si modificano nel tempo, a causa dell’ambiente, delle malattie e dell’invecchiamento naturale. Il compito dei dermatologi è di saper interpretare i dettagli dei cambiamenti della pelle come i critici d’arte fanno sulle tele, di saper curare i cambiamenti patologici e di aiutare a prevenire quelli legati al tempo e alle cattive abitudini. Per questo motivo e con questo obiettivo nasce Dermart, un convegno che unisce la Dermatologia con l’Arte per sviscerarne i comuni linguaggi. Ideata e diretta da Massimo Papi e giunta alla sua settima edizione, la rassegna continua la sua tradizione nel confronto didattico tra malattie cutanee e pittura proponendo anche una serie di argomenti nuovi di interesse multidisciplinare. Quest’anno Dermart si svolgerà al Parco Regionale dell’Appia Antica di Roma (ex cartiera Latina) il 25 e 26 settembre p.v. e vedrà intervenire relatori appartenenti sia alle diverse professioni del mondo sanitario (medici, infermieri, biologi, psicologi), sia al poliedrico universo artistico (pittori, art makers, storici e critici dell’arte), insieme ad interloquire, interpretare, storicizzare e dare nuovi significati a sofferenze e inestetismi della pelle. Il tema di base del meeting sarà l’adolescenza con le modificazioni e i cambiamenti critici che la cute e gli annessi subiscono in tale fase della vita e gli aspetti importanti che la pelle riveste nella formazione della propria immagine. Numerosi gli argomenti trattati. Tra questi si parlerà degli elementi che nei “ritratti” permettono d’identificare alcune malattie cutanee degli adolescenti (atopia, psoriasi) e del ritratto che ognuno di noi fa di sé durante questa delicata fase di trasformazione (autoritratto), come anche delle ultimissime metodiche d’indagine strumentale che permettono anche interessanti parallelismi tra lesioni cutanee del volto (es. cheratosi attiniche) e i colori brillanti della pop art. L’attenzione in epoca adolescenziale alla condizione dei capelli è fonte di numerosi problemi sul piano psicologico e richiede grande capacità diagnostica oltreché scelte terapeutiche diversificate da parte dei dermatologi. Si affronteranno tali tematiche, illustrando anche i casi di alterazioni nelle malattie congenite o rare dei bambini e in quelle più numerose tipiche dell’adolescenza (alopecia areata, alopecia androgenetica iniziale) e offrendo risposte a come poter curare o “coprire” tali disturbi. Visto il successo nel Congresso del 2014, Dermart propone anche un curioso allenamento nell’interpretare i particolari dei ritratti famosi di giovani, ipotizzando poi potenziali diagnosi e storie cliniche, insieme ad esperti storici dell’arte (iconodiagnostica). L’abilità osservazionale, la finezza nell’interpretazione psicologica, l’attenzione a dettagli e simboli, renderanno così i partecipanti raffinati diagnosti e creatori di storie affascinanti tra vissuti e potenziali patologie. Saranno inoltre chiamati a confrontarsi neuroscienziati e psicologi per capire le ansie che viviamo in questo periodo dell’esistenza, le possibili conseguenze sulla cute e il ruolo dell’arte per meglio comprendere e attenuare i disturbi cutanei. Su tale argomento la lettura del saggio “Le lesioni cutanee autoinflitte” saprà far meglio comprendere gli aspetti clinici dermatologici di patologie spesso di difficile diagnosi, mentre altri interventi di brillanti esperti del settore esploreranno il versante psico-affettivo legato a questa materia. Il tema “La pelle nella musica leggera” sarà poi occasione di censire, con leggerezza insieme al pubblico convenuto, le canzoni più famose nelle quali la cute è in qualche modo protagonista. Dermatologi appassionati e artisti del mondo della musica e del teatro aiuteranno con le loro interpretazioni a rendere più lievi alcuni aspetti difficili delle malattie cutanee. L’inganno dei fattori osservazionali sulle manifestazioni cliniche della pelle – alla pari del trompe l’oeil della pittura –  sarà ulteriore oggetto di approfondimento nella pratica quotidiana delle diagnosi cliniche attraverso anche un concorso clinico aperto ai giovani e meno giovani dermatologi con brevi descrizione di storie cliniche. Infine, nell’”Angolo della storia”, spazio alla comprensione del significato della gestualità e della comunicazione espressa dalle mani nella storia dell’arte della scultura (Maniloquium). Cornice della manifestazione è la splendida sede della ex Cartiera Latina, sede istituzionale del Parco dell’Appia Antica, una location immersa nella Natura che ispirerà un’apposita sessione dedicata alla scoperta dei rischi delle punture d’insetti e parassiti degli ambienti naturali e alle corrispondenze morfologiche tra natura, cute e arte, arrivando ad esaminare le dermatosi da contatto con le piante e dei danni del sole (fitofotodermatosi e cheratosi attiniche). Sarà infine organizzato un minicorso all’arte della medicazione infermieristica della cute dei bambini e degli adolescenti, che forse a volte si dimentica essere più sensibile e delicata di quella dell’adulto e a rischio di danni, di inefficacia terapeutica o non aderenza, se non vengono fornite una serie d’informazioni e spiegazioni ai genitori. Dermart 2015 si conferma così essere un convegno-evento fuori dagli schemi, atto a far conoscere ed apprezzare la medicina anche negli  aspetti più semplici di umanizzazione, nonché un’occasione per gli studenti universitari di ottenere ben 9 crediti formativi attinenti alle seguenti facoltà: Chirurgia Generale; Dermatologia e Venereologia; Medici di Medicina Generale; Neurologia; Pediatria; Pediatria (Pediatri di Libera Scelta); Psicologia; Psicoterapia; Neuropsichiatria Infantile; Farmacia Territoriale; Farmacia Ospedaliera).

Sito Ufficiale: http://www.dermart.it Pagina Ufficiale FB: https://www.facebook.com/pages/Dermart/107729202604446?fref=ts Segreteria Organizzativa QUALITY CONGRESS Srl Tel +39 06.66.51.46.70  – Mail: info@qualitycongress.it Ufficio Stampa ELISABETTA CASTIGLIONI +39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.itPROGRAMMA  Venerdi 25 Settembre 2015 9.00-10.30 I ritratti (atopia, psoriasi, discheratosi) Moderatori: Nicolina Bianchi, Mauro Picardo Linda Tognetti Il ritratto dell’atopia Carmen CantisaniPop art e diagnosi di cheratosi attiniche    Federico BardazziIl ritratto della psoriasi *** Moderatori: Mara Ferloni, Aldo di Carlo Lettura: Aldo MorroneE’ nata prima la pelle nera o la pelle bianca? Pausa caffè  11.00-12.30 I capelli tra arte e cura Moderatori: Antonio Cristaudo, Ornella De Pità Maria Antonietta PataCapelli e cappelli Giusy GiambertoneQuando gli annessi sono sconnessi                  Connessioni sostitutive tricologiche Lettura: Stefano Calvieri I capelli nella diagnosi di malattie genetiche *** Saluti istituzioni Sen. Bruno Astorre, Pres. Reg. Lazio Nicola Zingaretti, Pres. ADOI Antonio Cristaudo, Pres. Acc. Lancisiana Laura Gasbarrone, Commiss. Parco Appia Antica Mario Tozzi *** Consegna Premio Dermart 2015 a Pierluigi Pirandello Pausa pranzo  14.00-15.30 Iconodiagnostica: far diagnosi nei volti della pittura Moderatori: Laura De Luca, Giuseppe Micali, Massimo Papi Coordinatore Marco Bazzini – gioco a squadre  15.30-17.00 I segni delle emozioni sulla pelle Moderatori: Nerio Grassi, Isabella Mezza, Maya El Hachem Lettura Ernesto BonifaziDermatite artefatta nel bambino Lettura Ludovica LumerMi mordo per mostrarmi a me stesso Lettura Enrico GrassiIl riconoscimento visivo 17.00-18.00 Pelle nelle canzoni e canzoni sulla pelle A cura di Fernando Monteleone Enrico Ciacci presenta Tributo a mio Fratello Little Tony: dal cuore alla…pelle Happy hour   Sabato 26 Settembre 2015 9.00-9.20 Angolo della storia Moderatori: Guido Barlozzetti, Giovanni Menchini, Luca Chinni Rita Clerico, Ugo BottoniManiloquium: le espressioni delle mani 9.30-10.50 Vivere il verde pubblico: cute, natura e arte Moderatori: Giorgio Bartolomucci, Biagio Didona, Enzo Battarra Biagio Didona – Beatrice LuziL’artista e la natura: come la tela e la pelle esprimono le figure Riccardo SirnaCute, piante e sole: dalle fitodermatiti alle precancerosi Guglielmo Pranteda La cute a volte imita la natura Lettura Giorgio LeighebLe punture: tra insetti, parassiti e…. Pausa caffè 11.20-12.40 Trompe l’oeil in dermatologia: la pelle che inganna (concorso casistica clinica) Moderatori: Ada Amantea, Michele Fimiani Introduzione Massimo Papi“Trompe l’oeil” in dermatologia Nadia Colapinto, Federica Dall’Oglio, Dario Didona, Luca Fania, Maria Rita Nasca, Giulia Pranteda 12.40-13.20 Moderatori: Stefano Veraldi, Antonio Garcovich Lettura Cesare PietroiustiLa pelle dell’opera e il contatto difficile con l’arte contemporanea 13.20 Premiazioni Commissioni valutazione concorsi: Corrado Angelo, Pierluca Bencini, Stefania Bucher, Pietro Lippa, Mauro Paradisi, Carolina Pellegrini, Paolo Piazza, Cesare Pietroiusti, Corinna Rigoni, Angelandreina Rorro, Alfredo Rossi, Alessandra Scarabello, Luigi Valenzano Corso pratico: Medicare la pelle di bambini e adolescenti – coordinatrice Anna PortanovaElenco Relatori e moderatori invitati:  1. Amantea Ada – Dermatologo Roma 2. Argentieri Simona – Psichiatra Roma 3. Bartolomucci Giorgio – Giornalista Roma 4. Bardazzi Federico – Dermatologo Bologna 5. Barlozzetti Guido – Giornalista Roma 6. Battarra Vincenzo – Dermatologo Caserta 7. Bazzini Marco – Storico e critico Arte Firenze 8. Bonifazi Ernesto – Dermatologo Bari 9. Bottoni Ugo – Dermatologo Roma 10. Calvieri Stefano – Dermatologo Roma 11. Campagnola Claudia – Attrice  Roma 12. Cantisani Carmen – Dermatologo Roma 13. Censi Pino – Attore e autore teatro Roma 14. Chinni Luca – Dermatologo Roma 15. Clerico Rita – Dermatologo Roma 16. Costanzo Antonio – Dermatologo Roma 17. Cristaudo Antonio – Dermatologo Roma 18. Dall’Oglio Federica – Dermatologo Catania 19. De Bonis Vittorio – Storico e critico Arte Roma 20. De Luca Laura – Giornalista – Scrittrice Roma 21. De Pità Ornella – Allergologo-immunologo Roma 22. Di Carlo Aldo – Dermatologo Roma 23. Didona Biagio – Dermatologo Roma 24. Didona Dario – Dermatologo Roma 25. El Hachem Maya -Dermatologo Roma 26. Fania Luca – Dermatologo Roma 27. Fimiani Michele – Dermatologo Siena 28. Garinei Enzo – Attore  Roma 29. Giambertone Giusy – Tricotecnico Roma 30. Grassi Enrico – Neurologo Prato 31. Grassi Nerio – Psicologo Roma 32. Leigheb Giorgio – Dermatologo Novara 33. Lumer Ludovica – Neurobiologo New York 34. Luzi Beatrice – Storico Arte Roma 35. Mezza Isabella – Giornalista Roma 36. Menchini Giovanni – Dermatologo Firenze 37. Micali Giuseppe – Dermatologo Catania 38. Monteleone Fernando – Dermatologo Roma 39. Nasca Maria Rita – Dermatologo Catania 40. Papi Massimo – Dermatologo Roma 41. Pata Maria Antonietta – Dermatologo Firenze 42. Paradisi Mauro – Dermatologo Roma 43. Pietroiusti Cesare – Artista  Roma 44. Piazza Paolo – Dermatologo Roma 45. Portanova Anna – Infermiere Roma 46. Pranteda Giulia – Dermatologo Roma 47. Pranteda Guglielmo – Dermatologo Roma 48. Rigoni Corinna – Dermatologo Milano 49. Rossi Alfredo – Dermatologo Roma 50. Santoro Ninì – Artista  Roma 51. Sirna Riccardo – Dermatologo Grosseto 52. Strati Mimmo – Attore, regista e autore teatro Roma 53. Tognetti Linda – Dermatologo Siena 54. Veraldi Stefano – Dermatologo Milano

La sede: L’ex Cartiera Latina Il complesso della ex Cartiera Latina, tra i pochi impianti industriali sopravvissuti nella città di Roma, è una struttura unica nel suo genere ed eccezionale per la posizione strategica a ridosso delle Mura Aureliane ed unisce idealmente l’Appia Antica alla via Cristoforo Colombo. Situato a meta strada tra Porta S.Sebastiano e la chiesa del Domine Quo Vadis, il complesso si affaccia sull’Appia Antica nel punto in cui la Regina Viarum interseca l’antico fiume Almone, con possibilità di accesso alla valle della Caffarella; il suo sviluppo è parallelo a quello del corso del fiume in direzione della via Cristoforo Colombo e ricopre un’area di 8444 metri quadri con superfici coperte pari a 2913 metri quadri. Dal 1998, il complesso, acquisito pochi anni prima al patrimonio del Comune di Roma, è stato concesso al Parco Regionale dell’Appia Antica, con l’obiettivo di farne sede del Parco e centro visite. Gli uffici del Parco sono stati realizzati nel giro di pochi mesi ristrutturando l’area già impiegata precedentemente ad uffici. Nel 1999 sono state create strutture provvisorie, in vista del piano di riqualificazione, funzionali all’accoglienza e all’informazione degli utenti. L’intervento consentirà la trasformazione della vecchia cartiera in un complesso funzionale alle attività del Parco e più in generale alla città di Roma che avrà al proprio interno: gli uffici dell’Ente, aree museali ed espositive, sala convegni, area ristoro, biblioteca e aule didattiche, il tutto in una posizione strategica per creare una porta d’accesso pedonale all’Appia Antica (ed in futuro direttamente alla valle della Caffarella) dalla via Cristoforo Colombo.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.