Quotidiano di informazione campano

Devastazione e rabbia a Genova Renzi, non vi lasceremo soli

IERI A GENOVA ANCHE RENZI,RADIO PIAZZA NEWS

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Devastazione e rabbia a Genova Renzi, non vi lasceremo soli

Genova, 11 ott. – Un morto, strade sott’acqua e citta’ sotto shock. Tragica notte di alluvione a Genova, citta’ in passato gia’ duramente colpita dalla furia della pioggia.
L’ultima volta appena tre anni fa, e allora le vittime furono sei. Tre torrenti esondati hanno sommerso il capoluogo ligure, dove sono state chiuse strade e scuole. La Protezione Civile, ha invitato i cittadini a non uscire di casa se non per strettissima necessita’. Stavolta sono esondati il Bisagno, lo Sturla e il Rio Fereggiano.

Renzi: non vi lasceremo soli

La vittima, un uomo di 57 anni, e’ stata trovata nella notte, vicino alla stazione ferroviaria di Brignole, in un punto in cui l’acqua ha raggiunto e superato i due metri di altezza. Subito dopo il dramma, le polemiche, scoppiate con l’alba e la conta dei primi danni. A fare la prima mossa il sindaco di Genova, Marco Doria, che accusa: “l’allerta non ci e’ stata comunicata.

Le immagini aeree dei Vigili del fuoco – VIDEO

La quiete dopo la tempesta, la citta’ si risveglia – VIDEO

Non doveva essere il Comune a lanciare l’allerta meteo dopo cinque giorni di pioggia. Senza allarme, avevamo comunque alcune pattuglie sul territorio per monitorare la situazione”. Il sindaco ha poi richiesto lo stato di calamita’ per Genova in modo da “avere risorse immediate per riparare ai danni”. Il mancato allarme sara’ al vaglio degli inquirenti nell’inchiesta annunciata dal procuratore di Genova, Michele Di Lecce, che insieme al pm, Gabriella Dotto, aprira’ un fascicolo per omicidio colposo e disastro colposo a carico di ignoti.
Esondano 3 torrenti, acqua e fango sommergono la citta’ – VIDEO

La citta’ in ginocchio, un morto affogato – VIDEO

Polemico anche il governatore della Liguria, Claudio Burlando, che ha sottolineato come “la rabbia non derivi dal fatto che non si riesca sempre a prevedere cosa accadra’, ma dai tre anni di stop forzati ai lavori per la messa in sicurezza del torrente Bisagno. Ci sono state tre sentenze amministrative che hanno paralizzato l’intervento. E ora ne paghiamo le conseguenze”. Non si sono fatte attendere le reazioni del mondo politico: il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha fatto sapere di essere in costante contatto con il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, per monitorare la situazione di Genova. In mattinata c’e’ stato anche un punto telefonico con il sindaco Doria e con il presidente della Liguria Burlando.
Per il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, l’alluvione “ripete oggi con un’altra vittima, il lutto del 2011, con un evento ‘fotocopia’”. Il ministro conclude: “I lavori per la messa in sicurezza del Bisagno, con 35 milioni gia’ stanziati e pronti da spendere, sono rimasti bloccati per tre anni a causa di un contenzioso presso la giustizia amministrativa”. Per Beppe Grillo, genovese doc, “Non e’ lecito parlare di tragedie.
Ma abbiamo assistito ad una cosa vergognosa, ad una spesa economica inutile”.
In citta’, intanto, atti di sciacallaggio e immediata risposta delle forze dell’ordine: 4 ‘sciacalli’, sorpresi a rubare in negozi alluvionati del centro, sono stati arrestati.
Saranno processati per direttissima. (

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.