Quotidiano di informazione campano

Domenica 24 marzo alle ore 19 nell’ambito della rassegna Atelier al Teatro Nuovo di Salerno va in scena lo spettacolo Un Anno Dopo di Tony Laudadio

RADIO PIAZZA EVENTI A CURA DELLA GAZZETTA CAMPANA

Domenica 24 marzo alle ore 19, al Teatro Nuovo di Salerno (via Laspro), la nona edizione della rassegna “Atelier – Spazioperformativo” a cura di Loredana Mutalipassi e Antonio Grimaldi, propone “Un anno dopo”, un atto unico scritto da Tony Laudadio, con Arturo Scognamiglio e Ettore Nigro; regia Andrea Renzi. Lo spettacolo, nato da una co-produzione Unaltroteatro e TeatriUniti, è il racconto di trent’anni di vita, anzi di due vite, in poco più di un’ora. Giacomo e Goffredo, addetti a digitalizzare registri numerici, condividono lo stesso ufficio per trent’anni della loro esistenza. La loro relazione si sviluppa nell’arco di trenta brevi scene, ognuna delle quali conduce ad un anno dopo; gli spettatori entrano così nelle pieghe del rapporto lavorativo dei due colleghi, fatto di sorprese, reticenze, segreti e improvvise rivelazioni. Si assiste alla storia umana e lavorativa di Giacomo e Goffredo che, raccontata in trenta brevi scene di vita quotidiana, copre trent’anni della loro esistenza. La loro attività è anonima, isolata, totalmente priva di soddisfazioni e riconoscimenti e apparentemente irrilevante. La provincia in cui si muovono è una periferia economica più che geografica. Eppure in questo specchio del disagio contemporaneo, le vite di Giacomo e Goffredo pulsano, i loro cuori battono, i loro occhi ci guardano e ci emozionano. “La sfida teatrale insita in questa contrazione temporale vive di un respiro drammaturgico fatto di esattezza, icasticità e grande originalità” spiega Andrea Renzi. “Da un lato la scrittura si concentra in dialoghi che focalizzano i passaggi decisivi di due esistenze di provincia; dall’altro si apre – nella transizione da una scena all’altra, da un anno all’altro – ad una visione dall’alto del tempo che trascorre e ci sfugge, che ci contiene e ci determina”.  Scene Armando Alovisi, direzione tecnica Lello Becchimanzi, datore luci Luca Sabatino, foto Claudia Scuro, comunicazione Maria Anna Foglia, ufficio stampa Unaltroteatro. Dopo lo spettacolo, come di consueto, il Foyer ospiterà un talk con i protagonisti dello spettacolo, condotto da Claudia Bonasi.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.