Quotidiano di informazione campano

DOMENICO SAVIO ATTACCA L’ARROGANZA POLITICA E L’IMMOBILISMO AMMINISTRATIVO DELLA GIUNTA DEL DEO E CHIEDE CON FORZA LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI CHE ATTANAGLIANO FORIO

0

Oltre ad elencare la vastissima attività politica e sociale portata avanti dal gruppo consiliare del PCI-ML e le decine e decine di proposte avanzate al Sindaco Del Deo, proposte che il primo cittadino sino a questo momento ha letteralmente snobbato, Domenico Savio ha denunciato un clima politico pesante a Forio nei confronti di chi lha sostenuto: Questa sera ha tuonato Savio con voce ferma e decisa – voglio denunciare con forza una cosa scandalosa e indegna di un paese civile. Ci sono dei personaggi che hanno un atteggiamento autoritario, quasi di ritorsione nei confronti di chi ha sostenuto la lista del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista e la mia candidatura a sindaco. Questi personaggi devono sapere che il fascismo è caduto circa settantanni fa grazie alla lotta antifascista, partigiana e di liberazione dellItalia dal nazi-fascismo e quei metodi repressivi non dovrebbero ripetersi. Si sbagliano di grosso coloro che con frasi e atteggiamenti autoritari e fascisti pensano di poter allontanare da noi quei consensi che abbiamo ottenuto. Lappuntamento per il prossimo incontro in piazza coi cittadini è previsto per giovedì 12 settembre 2013 dalle ore 19,30 alle ore 22,30 allinterno del Rione Umberto I a Monterone.

di Gennaro Savio

Si è tenuto sabato sera 7 settembre 2013 in piazza San Gaetano a Forio il primo dei cinque incontri organizzati dal gruppo consiliare del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista tra il Consigliere comunale di opposizione Domenico Savio e la cittadinanza foriana. Lincontro, però, si è trasformato in un comizio, perché non solo lamministrazione in carica ha negato a Savio lutilizzo delle sedie di plastica che generalmente a Forio vengono usate per le manifestazioni pubbliche o patrocinate dal Comune, ma ha anche autorizzato nella stessa piazza e ora anche la sagra con concerto organizzata dellAssociazione musicale Insieme per la musica. Quello di Savio è stato un intervento contenuto, nel corso del quale oltre ad elencare tutte le iniziative intraprese in questi primi due mesi dal suo gruppo consiliare ha duramente attaccato larroganza politica e limmobilismo amministrativo dellamministrazione Del Deo. Sulla decisione dellamministrazione comunale di negargli lutilizzo delle sedie di plastica Savio ha rivendicato il diritto a poter svolgere sino in fondo il suo mandato istituzionale.  Noi questa sera siamo qui a svolgere un ruolo istituzionale e queste iniziative di incontro e di dialogo con i cittadini sui problemi sociali del paese dovrebbero essere favorite e sostenute dallamministrazione comunale in ogni modo. Invece notiamo che essa non solo ha autorizzato due manifestazioni contemporanee sulla stessa piazza e ora, ma non fa niente affinché il dialogo coi cittadini possa avviarsi e svilupparsi. Proprio perché si tratta di uniniziativa istituzionale abbiamo chiesto allamministrazione comunale di metterci a disposizione cento sedie. Infatti questa iniziativa nelle nostre intenzioni non doveva essere un comizio, ma un dialogo con la cittadinanza, che non ci è stato consentito. E un comportamento politico grave e antidemocratico che non favorisce il dialogo tra lattività del Consiglio comunale e la cittadinanza. Anzi voglio aggiungere che è un affronto ai principi costituzionali che affidano alle forze politiche lattività istituzionale nel nostro paese. Ma poi Savio ha fatto una denuncia forte che dovrebbe fare riflettere e non poco soprattutto quegli elettori che in Italia continuano a sostenere partiti e culture che umiliano la democrazia e che bloccano uno sviluppo socio-economico compatibile con le reali esigenze del Paese. Questa sera ha tuonato Savio con voce ferma e decisa – voglio denunciare con forza una cosa scandalosa. Ci sono in giro dei personaggi che hanno un atteggiamento autoritario, quasi di ritorsione nei confronti di chi ha sostenuto la lista del Partito comunista Italiano Marxista-Leninista e la mia candidatura a sindaco. Questi personaggi dalla cultura borghese, clericale, e antidemocratica devono sapere che il fascismo è caduto circa settantanni fa grazie alla lotta antifascista, partigiana e di liberazione e quei metodi dovrebbero appartenere al passato. Sappiano costoro che si sbagliano di grosso quando con frasi e atteggiamenti autoritari e di stampo fascista pensano di poter allontanare da noi quei consensi che abbiamo ottenuto. Anzi noi diciamo che questi personaggi, coi loro riferimenti politici, non potranno che averne una risposta negativa da parte dellintero popolo di Forio. Noi questa sera siamo qui a difendere gli interessi di tutti i Foriani, chiunque essi siano, a qualunque cartello elettorale o partito politico appartengano. Noi riteniamo che finite le elezioni il Sindaco, lAmministrazione e il Consiglio comunale debbano essere le Istituzioni a disposizione di tutti i cittadini. LAmministrazione comunale il Sindaco devono avere un comportamento paritario verso tutti i Foriani, i quali devono pretendere e ottenere un trattamento di uguaglianza e di imparzialità. Qualora questo non dovesse verificarsi costituirebbe un affronto e unoffesa gravi ai principi della democrazia, seppur di natura borghese. Noi ci batteremo affinché questi principi finalmente si affermino nel nostro paese. Poi durissimo è stato il suo attacco politico agli amministratori in carica e al Presidente del Consiglio comunale Michele Regine, che in Consiglio comunale ha più volte cercato di limitare gli interventi di Domenico Savio. Ebbene, – ha affermato Savio – lAmministrazione comunale con un piglio autoritario ha subito cercato di contenere gli interventi e la funzione consiliare dellopposizione. Ma noi non ci siamo fatti intimorire ne ci faremo intimorire da nessuno. Perché noi siamo forgiati dalla resistenza della classe lavoratrice, perché conosciamo la resistenza della parte migliore del popolo italiano che ha combattuto il fascismo e la prepotenza del potere politico borghese e clericale. Abbiamo combattuto il potere antipopolare della democrazia cristiana, del centro sinistra e delle attuali coalizioni di governo di destra, di centro e della falsa sinistra. E non sarà certo lAmministrazione di Forio o  il Presidente del Consiglio comunale a limitare il nostro diritto agli interventi, alle analisi dei problemi del paese, alle proposte che noi sempre facciamo esclusivamente nellinteresse di tutta la collettività foriana e chi ci conosce sa che noi abbiamo sempre agito in difesa degli interessi esclusivi dellintera collettività. Lunghissimo, poi, è stato lelenco delle proposte avanzate da Savio in questi primi due mesi di lavoro come Consigliere comunale. Proposte snobbate sino a questo momento dallAmministrazione Del Deo, come quelle con cui Savio chiede da tempo labbattimento delle barriere architettoniche dal Palazzo municipale, lallargamento delle spiagge libere da attrezzare per i bagnanti residenti e turisti, la rimozione dei cancelli presenti allaccesso alla spiaggia libera di San Montano e alla discesa a mare della Scannella, il ripristino del sentiero che dal piazzale sovrastante porta alla spiaggia libera di Forio a San Montano, labbattimento del muro lungo via del Passo Volante a Zaro e il ripristino del sentiero occultato che sempre da via del Passo Volante si incrociava con via Cesotta. Ha parlato dei Rioni baraccati che continuano ad essere trascurati e abbandonati dallAmministrazione Del Deo, ha chiesto che il porto venga gestito direttamente dal Comune e che non si dia ai privati la possibilità di lucrare su quello che dovrebbe rappresentare il volano per la nostra economia, ha chiesto a gran voce che il mercato comunale resti aperto pure nei giorni festivi per dare la possibilità ai foriani di poter risparmiare sugli acquisti, ha detto che la spiaggia della Chiaia deve essere liberata dalla privatizzazione voluta dallex Amministrazione di Franco Regine, che bisogna trovare unalternativa al sito dei rifiuti a Zaro e che bisogna istituire lo scuola-bus e la mensa gratuita per le scuole dellobbligo, oltre che a mettere fine alla vergogna che alle scuole materne i genitori sono costretti ad acquistare acqua, rotoli di carta e bicchieri di plastica. Sempre in tema di scuola, Savio ha accennato  anche alla creazione dellIstituto comprensivo con listituzione da questanno di due prime classi di scuola media allinterno del trasformato Circolo Didattico Forio 1 denunciando il serio rischio che per questo tra qualche anno potrebbe essere soppressa la storica sede della scuola Media Santa Caterina da Siena. Inoltre ha ribadito la richiesta del PCI-ML di far ritornare immediatamente il Municipio nella sua Sede storica chiedendo massima trasparenza nelle assunzioni pubbliche. E poi ancora La Colombaia che deve essere liberata dagli artigli politici e imprenditoriali che lhanno ridotta a tanto e che hanno riversato sul popolo di Forio solo debiti, cattiva immagine e deperimento di quel prezioso bene collettivo, i disagi patiti dagli abitanti di via Calosirto, la vergogna della puzza presente da decenni allingresso del Paese, sul piazzale Cristoforo Colombo e tanto altro ancora. Oltre ad aver ribadito la difesa dellabusivismo edilizio di necessità e la lotta spietata a quello speculativo e affaristico. Con il suo intervento Savio è apparso un vero e proprio fiume in piena, un fiume che nei prossimi giorni inonderà piazze e contrade di Forio riversandosi con tutta la sua forza travolgente sullAmministrazione Del Deo, i cui rappresentanti potranno cercare, come stanno già facendo in queste settimane, nonostante le emergenze che attanagliano Forio, di limitare le sedute dei Consiglio comunale, ma certamente non potranno fermare la forza politica dirompente di un Dirigente comunista come Savio che da sabato scorso con la sua voce tonante ha deciso di portare quotidianamente in piazza le sue proposte politiche per la rinascita della nostra cittadina denunciando al tempo stesso larroganza e limmobilismo amministrativo della Giunta in carica, la quale sta ripercorrendo fedelmente la politica antipopolare e antidemocratica portata avanti dalla passata amministrazione, di cui rappresenta la peggiore continuità. E gli applausi ricevuti da Domenico Savio al termine del suo contenuto ma incisivo intervento dimostrano che residenti e turisti apprezzano il suo impegno politico e sociale portato avanti a difesa degli interessi presenti e futuri del popolo di Forio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.