Quotidiano di informazione campano

IN CHE MONDO VIVIAMO-DONNA UCCISA A COLTELLATE IN CASA:SOTTO TORCHIO IL FIGLIO

CRONACA RADIO PIAZZA NEWS ANCORA UNA MORTE CHE SI SPOTTA CHE SIA IL FIGLIO CHE VERGOGNA

0

CITTA’ DI CASTELLO – Una donna di 55 anni è stata uccisa a coltellate nella sua abitazione in località Varesina. A dare l’allarme è stato, lunedì mattina, il figlio di 21 anni. Sul posto sono arrivati i carabinieri. «Venite subito, ho trovato mia madre in un lago di sangue», queste le parole del ragazo quando ha chiamato le forze dell’ordine. Al momento non si conoscono altri particolari della vicenda, i carabinieri hanno ascoltato l figlio per cercare di avare informazioni più precise su quello che ha scoperto in nodo da avvirare le indagini con qualche elemento investigativo in più. Sul posto il pm Antonella Duchini e il comandante provinciale dei carabinieri, Cosimo Fiore. Al momento della tragedia il marito della donna non era in casa. La coppia ha un figlio più grande di 28 anni che non vive con i genitori. IL FIGLIO ERA IN CASA In casa con la donna trovata morta in un casolare in località Varesina, sulle colline che circondano Città di Castello, c’era solo il figlio minore, di circa venti anni. La vittima, una casalinga, è stata trovata in cucina, con addosso il pigiama. Secondo gli elementi raccolti finora dagli investigatori è stata raggiunta da diverse pugnalate tra addome e collo, almeno una decina. Il figlio – in base a quanto ha riferito ai militari – che era in camera sua ha sentito urlare la madre. Quindi, dopo averla trovata, ha avvertito il padre che a sua volta ha dato l’allarme ai carabinieri. In base agli accertamenti condotti finora le ferite sono state inferte con un coltello da cucina trovato accanto alla vittima. NESSUN SEGNO DI EFFRAZIONE Nessun segno di effrazione sul casolare dove stamani è stata trovata morta una donna nei dintorni di Città di Castello è stato trovato dai carabinieri che indagano su quanto successo. Sul posto si sono portati anche il magistrato di turno ed il procuratore aggiunto Antonella Duchini. Poco dopo i due magistrati hanno lasciato l’abitazione per recarsi a sentire i familiari della vittima. Quando la donna è morta il marito ed uno dei due figli non si trovavano in casa. IL FRATELLO: SONO COSE CHE…«Sono cose che pensi possano succedere solo agli altri… quando le vedi in tv»: il fratello della donna trovata morta in casa a Città di Castello ha lo sguardo che sembra assente mentre parla con i giornalisti. Con un piccolo gruppo di altri parenti è davanti all’abitazione di famiglia. Su quanto successo l’uomo preferisce non fare ipotesi. Parla di una «famiglia normale» che aveva trascorso insieme il Natale. «E mia sorella – aggiunge – aveva già programmato cosa fare per la fine dell’anno»

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.