Quotidiano di informazione campano

Dove camminano gli dei – Agerola: torna l’atteso festival sui Monti Lattari V edizione -15 luglio – 31 agosto 2016

ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA EVENTI

0

Agerola – La presentazione della prossima edizione di  “Sul Sentieri degli Dei, Festival dell’Alta costiera Amalfitana”  è avvenuta, di recente, nei locali del Caffe Gambrinus di Napoli, un locale storico il cui nome mitologico, deriva dal re delle Fiandre; un locale tra i primi dieci caffè d’Italia e fa parte dell’associazione locali storici d’Italia. Erano presenti, tra altri,  per l’occasione, il Sindaco di Agerola Luca Mascolo, in qualità di Moderatore il giornalista Flavio Pagano, attori come Beppe Barra e Mariano Rigillo, l’assessore al turismo di Agerola, Tommaso Naclerio, L’assessore al Cultura del medesimo Comune, Regina Milo, il maestro Paolo Finizio che ha parlato dell’iniziativa “ Ordine sparso,  il maestro Leonardo Quadrini, il maestro Raffaello Converso, infine l’intervento di Giovanni Pavone.  Con l’estate torna Sul Sentieri degli Dei, torna l’atteso festival dell’alta Costiera amalfitana che dal 15 luglio al 31 agosto offre ad Agerola un’occasione per scoprire oltre all’arte scorci inusitati e angoli nascosti ad alta quota.  Ad Agerola, soprannominata la “piccola Svizzera dei Monti Lattari” per il clima frizzante anche nella stagione più calda, ma anche la “divina” visto che da qui si inerpica il Sentiero degli dei, uno dei dieci itinerari di trekking più spettacolari al mondo secondo il New York Times. In tutto quarantasette giorni di esibizioni, cui si aggiungono mostre d’arte visitabili fino a ottobre e una serie di iniziative per i più piccoli. «Uno sforzo notevole in tempi difficili come quelli attuali – spiega il sindaco Luca Mascolo – ma che tende ad incrementare e qualificare ulteriormente l’offerta di un luogo di straordinaria suggestione, che in passato era meta privilegiata della villeggiatura della buona borghesia napoletana, ma anche del viaggio di tanti artisti e intellettuali, fra cui il poeta Salvatore Di Giacomo, che vi trovò l’ispirazione per la famosa Luna di Agerola, il drammaturgo candidato al Nobel Roberto Bracco, che ispirato dal luogo scrisse Il piccolo santo, e l’indimenticato Francesco Cilea, che qui iniziò la composizione del Lamento di Federico». Oltre cinquanta appuntamenti che trasformeranno i vari borghi in un unico grande palcoscenico. Avranno come scenario la nuova area spettacolo Principe di Piemonte e gli storici palazzi Acampora e Capasso di Bomerano, da cui parte la “mitologica passeggiata” che dà il nome alla manifestazione, San Lazzaro con la piazza Generale Avitabile, il chiostro della Chiesa SS Annunziata e il suggestivo piazzale di Punta Miramare affacciato su Capri e i suoi Faraglioni. E ancora Pianillo con il piazzale San Pietro Apostolo, Campora con il nuovo Centro Polifunzionale costruito in memoria di Mons. A. Gallo, Ponte con la chiesa di origini seicentesche dedicata a S. Nicola di Bari, Paipo con la località Crocefisso, la Borgata Santa Maria, il Borgo San Lorenzo e, infine, il Monte tre Calli, sulla cui vetta nella notte fra il 14 e il 15 agosto si attenderà l’ormai annuale appuntamento con L’alba magica. Ad aprire la manifestazione il 15 luglio saranno i percorsi eno-gastronomici del Borgo del Pane e i concerti dellAgerola World Music Festival. Fino al 17 luglio tra i vicoli e le stradine intorno a Palazzo Acampora, settecentesca residenza storica che domina la parte più antica di Agerola, è possibile rivivere l’atmosfera del passato. Tra piatti a km0 e momenti di approfondimento culturale, non mancherà la sera tanta musica dal vivo. Tre giorni di concerti a ingresso gratuito con le contaminazioni sonore del Gruppo Folk “Città d’Agerola”, dei Bisca, una delle formazioni che maggiormente ha rappresentato la storia dell’underground partenopeo degli anni ’80 e ’90, e di Fiorenza Calogero e la New Folk Band in collaborazione con Marcello Vitale. Il festival entra nel vivo mercoledì 20 luglio con una delle icone del teatro partenopeo: Peppe Barra in Una fiaba musicale. In scena con lui il Discantus Ensemble diretto da Luigi Grima, che aprirà la serata con un omaggio alla musica per il grande schermo di Nino Rota e accompagnerà il ‘cantattore’ nella favola in musica per voce recitante Pierino e il lupo di Sergej Prokofiev. Venerdì 22 luglio vedrà protagonista Giacomo Rizzo. Una Serata d’onore con Tony Sorrentino al pianoforte per rivivere ricordi e grandi successi di una lunga carriera. L’incontro che Roberto De Simone riserva al pubblico, domenica 24 luglio, un’occasione imperdibile per ripercorrere le tappe del suo cammino artistico, ma anche per ascoltare in anteprima dal vivo alcuni brani che fanno parte del nuovo progetto sulla musica d’autore, L’armonia ritrovata, affidati alla voce di Raffaello Converso. In Dialoghi sulla scrittura musicale il musicista e intellettuale napoletano, tra le figure più rilevanti della cultura musicale europea, si racconterà in un’intervista condotta dall’editorialista del Corriere del Mezzogiorno Flavio Pagano. Il 25 e 26 luglio a Pianillo cinque performer e attori di varia formazione e provenienza daranno vita ad uno spettacolo basato sulla fusione di diversi linguaggi scenici: recitazione, danza, nuovo circo, teatro di strada e visul art. Primo esperimento assoluto di scrittura scenica su un bus granturismo a due piani, Sinfonia N.5 per teatro a motore è lo spettacolo site-specific creato e allestito per BUS Theater, inusuale palcoscenico itinerante su otto ruote creato da Ilaria Cecere, Roberta Ferraro e Alessio Ferrara, grazie anche al sostegno del festival Sui Sentieri degli dei. Il Bus Theater sosterà ancora ad Agerola, a Bomerano, per accogliere venerdì 29 luglio il concerto Riccardo Veno e la piccola orchestra invisibile. Sassofonista e polistrumentista, l’eclettico musicista condurrà lo spettatore in un affascinante viaggio sonoro attraverso i timbri e i colori di sassofoni, flauti indiani, flautini irlandesi e mediorientali e altri strumenti della tradizione popolare. Costruite in tempo reale e nella più totale solitudine scenica, le varie sezioni della sua originale e invisibile orchestra, daranno vita ad percorso in bilico tra musica minimale e jazz, world music e sonorità trip-hop. Ancora musica: lunedì 1 agosto con il sassofonista Marco Zurzolo che in Napoli e i suoi mille colori sarà accompagnato da Gianluigi Esposito, voce e chitarre, e dalle letture di Susy Mennella e, martedì 2, con Peppe Servillo e i Solis String Quartet. Forti del grande successo riscontrato da Spassiunatamente che li aveva visti per la prima volta affrontare i capolavori della canzone classica napoletana, gli scugnizzi della musica da camera e il fuoriclasse degli Avion Travel tornano con Presentimento, un nuovo progetto che continua a spaziare con grazia all’interno di un repertorio musicale di sconfinata bellezza. Mercoledì 3 agosto, a quarantacinque anni dalla pubblicazione del Concerto Grosso n.1, terzo album in studio dei New Trolls, Vittorio De Scalzi, poliedrico leader (con Nico De Palo) di uno dei gruppi di punta del rock progressive italiano, sarà l’ospite d’onore di una serata che vedrà sullo stesso palco la Grande Orchestra Sinfonica di Udmurtia, Nicola Napolitano & Trio In-Cantus e Apogeo Band, diretti da Leonardo Quadrini. Si volta pagina e si passa al teatro, giovedì 4 agosto, con Eros Italiano, un catalogo segreto di Valeria Paniccia, un vertiginoso e travolgente enfer di desideri e trasgressioni che attinge a frammenti di novelle e romanzi della letteratura italiana. Lo spettacolo si avvarrà di due coppie, nella vita e anche sulla scena, formate da Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, Vincenzo Bocciarelli e Claudia Conte. Risate assicurate, lunedì 8 agosto, con Biagio Izzo che torna ad Agerola insieme a I ditelo voi e al trio vocale Sud 58 e tanti ricordi, martedì 9 agosto, con Sergio Solli, che in Insieme per ricordare Eduardo De Filippo racconterà i suoi dieci anni con il “Direttore”, così come gli attori chiamavano Eduardo. A fargli compagnia sulla scena Gianluigi Esposito, anche lui formatosi all’interno di una scuola di altissimo livello, quella di Sergio Bruni. Re dello sfottò e del calembour, Gino Rivieccio sabato 13 agosto porta al festival il suo show brillante che spazia dai temi dell’attualità e della satira sociale e politica ai cavalli di battaglia che lo hanno reso popolare in trentasei anni di carriera. Completano la serata Fiorenza Calogero accompagnata al piano da Antonello Cascone.Grande interprete internazionale della lirica, Katia Ricciarelli mercoledì 17 agosto si racconta e ci racconta, attraverso le parole e il canto, il suo viaggio costellato di successi, aneddoti e incontri con le più illustri personalità dello spettacolo.  Giovedì 18 agosto fa tappa sui Monti Lattari l’avventura live di Gino Paoli e Danilo Rea con lo spettacolo Due come noi che… Piano e voce, un prezioso esempio di come due artisti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale. Si torna al teatro per l’ultima decade di agosto. Diretti da Alessandro Machìa, venerdì 19 agosto Paolo Graziosi e Daniela Poggi sono gli interpreti di Agamennone di Eschilo nella riscrittura limpidissima di Fabrizio Sinisi, capace di tenere insieme altezze poetiche e concretezza teatrale. La storia di un ragazzo della periferia, senza istruzione, un padre padrone e un redditizio lavoro di spacciatore, che una sera, per caso, incontra una giovane straniera che, a differenza di lui, non ha ancora smesso di sognare. Altrove, testo scritto e diretto da Paola Ponti per Massimo De Lorenzo, Constance Ponti e Mario Russo sarà in scena martedì 23 agosto. È la storia di una ragazza che viaggia attraverso tutte le sue personalità. In La ragazza con la valigia l’attrice comica Paola Minaccioni propone, mercoledì 24 agosto, i suoi personaggi nati in teatro e resi noti dalla televisione e dal cinema. Un’istantanea contemporanea della situazione femminile. Una serata in compagnia delle parole di Vincenzo Cerami, anzi in compagnia della Gente di Cerami o meglio ancora Tra la Gente. Anna Ferruzzo e Massimo Wertmuller, attraverso le parole del poeta, daranno voce, venerdì 26 agosto, a una lettura scenica di brevi racconti che si nutre della poetica lucida e spietata del celebre scrittore di Il borghese piccolo piccolo. Regia di Norma Martelli, musiche di Nicola Piovani, eseguite dal vivo dalla fisarmonicista Edoarda Iscaro. Ospite per il quarto anno consecutivo di Agerola Sui Sentieri degli Dei, Stelvio Cipriani, autore di oltre trecento colonne sonore, tra cui quella del film Anonimo veneziano, proporrà lunedì 29 agosto una serata di note e ricordi.  Chiude la kermesse, domenica 30, la coppia formata da Claudia Campagnola e Marco Morandi, protagonisti di Se stasera siamo qui. Sulle tracce dei tanti poeti, artisti, musicisti e letterati che qui hanno trovato ospitalità, anche quest’anno saranno assegnati ad artisti ospiti del cartellone i premi intitolati ai tre illustri artisti che ad Agerola hanno tratto fonte di ispirazione. I premi “Cilea”, “Bracco” e “Di Giacomo” andranno rispettivamente a Katia Ricciarelli, Roberto De Simone e Peppe Barra. Mentre un riconoscimento speciale alla carriera sarà conferito a Gino Paoli.

A.R.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.