Quotidiano di informazione campano

Draghi, “Grecia deve fare di piu” “Successo dipende dal governo”

ECONOMIA DA RADIO PIAZZA NEWS

0

Washington, 19- “Vogliamo che la Grecia ce la faccia” ma “la risposta sta al governo greco”. Cosi’ il presidente della Bce Mario Draghi nel corso di una conferenza stampa a margine dei lavori del Fondo monetario internazionale.

 “Alcune cose positive sono state fatte”, ha aggiunto il numero uno dell’Eurotower, “ma bisogna fare di piu’ ed e’ urgente farlo. Vogliamo raggiungere un accordo su un pacchetto politico ad ampio raggio in cui le priorita’ del Governo greco siano ampiamente rappresentate, che produca crescita, equita’, sostenibilita’ fiscale e finanziaria”. Ma per farcela, ha fatto notare ancora Draghi, “dobbiamo avere un processo politico e di dialogo continuo”.

Lagarde, “La Grecia deve accelerare e approfondire il lavoro

Contro il rischio di un contagio dalla Grecia “abbiamo strumenti sufficienti”. Lo ha detto Mario Draghi segnalando che “siamo meglio equipaggiati” rispetto agli anni precedenti. Sebbene gli strumenti a disposizione siano designati ad altri scopi, “verrebbero usati se necessario”, ha assicurato Draghi, “ma ci troveremmo in acque inesplorate se la crisi dovesse precipitare”.

Padoan, “Grecia presenti piano riforme credibile ed efficace”

“Puntare contro l’euro e’ senza senso. Volete farlo? Fatelo”.
Cosi’ il presidente della Bce, Mario Draghi, ha risposto a chi chiedeva se continua a considerare “irreversibile” la divisa unica europea. ù

“Le politiche monetarie possono aiutare la ripresa ciclica, non una ripresa strutturale: per quella servono le riforme strutturali”. “I segnali di ripresa della zona Euro si sono rafforzati – ha sottolineatoil presidente della Bce – . Le basi della ripresa sono piu’ ampie e piu’ forti rispetto al passato”, ha affermato ancora Draghi indicando l’impatto positivo dei bassi prezzi del petrolio e “le decisioni di politica monetaria”. “Ci sono ancora rischi, sebbene siano diminuiti, se non si continua a progredire sulla sostenibilita’ fiscale, le riforme strutturali e risanamento del sistema bancario”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.