Quotidiano di informazione campano

ECCO LA NOSTRA RASSEGNA STAMPA IL MALTEMPO FA DANNI ANCHE A NOLA

IL MALTEMPO IN CAMPANIA ANCHE UN ALBERO A NOLA CADE

Covid-19, dal mal di schiena alla maskne: i vari disturbi del lockdown

Il coronavirus ha rivoluzionato molti aspetti della vita e provocato alcune problematiche che, se non affrontate, possono diventare croniche

Il Covid-19, questo nemico invisibile ma spietato, ha rivoluzionato le nostre esistenze e continua a farci sopravvivere in un tempo sospeso al quale ancora facciamo fatica ad abituarci. Tra il costante timore di essere contagiati e di contagiare, il distanziamento sociale e la quarantena, sono numerosi gli effetti negativi che si riverberano sul benessere sia fisico che psichico.

Covid-19 e smart working, il mal di schiena è in agguato

Se già prima dell’emergenza Covid-19 circa 3 italiani su 4 soffrivano di dolori posturali, nel periodo di lockdown, complice lo smart working, questi disturbi sono peggiorati. In pole position tra i sintomi più diffusi c’è il mal di schiena, seguito dalla cervicalgia e dai dolori alle articolazioni inferiori. Oltre alle posture scorrette assunte mentre si lavora o mentre si passa il tempo davanti al pc, a peggiorare la situazione è la mancanza di attività fisica, con il conseguente aumento di peso.

Per porre rimedio, prima di ricorrere ai farmaci, è fondamentale assumere comportamenti in grado di migliorare la salute della schiena. Ad esempio, se si trascorrono molte ore seduti, è bene alzarsi frequentemente, fare qualche passo e magari anche un po’ di stretching per il collo e le braccia. Quando si sta seduti, poi, i piedi devono essere poggiati a terra, il ginocchio deve formare un angolo di novanta gradi e il bacino non deve scivolare sulla sedia.

Nel prossimo Dpcm riaprono bar, ristoranti e negozi. Shopping fino alle 22

Ieri 37.767 nuovi positivi, 2.474 in meno di venerdì quasi a parità di tamponi. Con 696 morti, ma appena 10 nuovi ricoveri in terapia intensiva. I dati sono incoraggianti anche se l’attenzione resta alta e si guarda non solo all’aspetto sanitario ma anche a quello economico. Se la tendenza dovesse essere confermata tra il 3 e il 4 dicembre dovrebbe arrivare il nuovo Dpcm che allenta una serie di misure. Riapriranno bar, ristoranti e negozi. Per alimentare gli acquisti di Natale i negozi potranno rimanere aperti fino alle 22.

 

La favola del napoletano Filippo, da meccanico di provincia alla Ferrari

Torre del Greco, si aggrava il bilancio-Covid: altri due morti, i contagi salgono a 1.005

metropolisweb

Torre del Greco, si aggrava il bilancio-Covid: altri due morti, i contagi salgono a 1.005

 

Gianni Morandi: “Se aprono a Natale, arriva la terza ondata peggiore”

BOLOGNA. ”Se riaprono a Natale poi passiamo ad una terza ondata peggiore, quindi facciamoci un Natale pensando al bene, ai parenti recitando una poesia per nostro Signore, ma la salute prima di tutto. Se allarghiamo troppo poi succede come questa estate che si è aperto tutto, tutti che entravano e uscivano e poi alla fine abbiamo pagato molto di più, quindi stiamo attenti a questo Natale”. Così Gianni Morandi nel corso di un’intervista a ‘Giletti 102.5′ su Rtl 102.5, sull’idea di possibili riaperture nel periodo natalizio.

”E’ difficile parlare di questi argomenti – sottolinea-, io continuo ad avere testimonianze di persone che mi dicono: ‘Non si può scherzare con il virus, non è vero che non esiste, non è vero che prende solo i vecchi’. Per esempio ieri è morta una ragazza di 21 anni nel Reggiano, io sono sconcertato”.

”Io e mia moglie sicuramente usciamo di meno – racconta il cantante – viviamo in campagna quindi riusciamo a fare delle passeggiate, io ho la passione della corsa e ci vado senza mascherina, e se dovessi incontrare qualcuno mi allontano molto, anche se è difficile qui in campagna incontrare qualcuno. Di solito faccio 12, 13, 15 km, dipende, ma è questione di abitudine, se per un giorno non lo faccio, quasi sto male”.

Il forte vento che in queste ore imperversa sulla Campania ha provocato non pochi danni in tutta la regione. A #Nola, in via San Paolo Bel Sito, un albero è caduto, occupando parte della carreggiata.
in occasione della giornata nazionale dell’infanzia e dell’adolescenza, affronteremo il tema della biogenitorialità e della condizione dei genitori separati che in questo periodo di emergenza #Covid hanno difficoltà a vedere i propri figli
Ospiti nei nostri studi virtuali l’avvocato Olga Izzo, Consigliera supplente per le pari opportunità della Città Metropolitana di Napoli, e la dottoressa Santina Pierro, psicologa paicoterapeuta, e assessore al Comune di Saviano per le Pol
Società Sportiva NOLA 1925. Alle ore 14.30 calcio d’inizio nella sfida al
Il Nola torna in campo. Allo Sporting arriva il Monterosi - AgroNolanoNews

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.