Artista di fama internazionale, attrice di cinema, tv e teatro, Vanessa Gravina ha recitato e lavorato con big del mondo della filmografia italiana, tra cui ricordiamo: Enzo Iacchetti, Virna Lisi, Roberto Farnesi, Giancarlo Giannini, Luciano De Crescenzo, Roberto Farnesi, Remo Girone, Dacia Maraini, Eva Grimaldi, solo per citarne alcuni.

La ricorderete certamente nel piccolo schermo con le fiction “La Piovra” per la regia di Luigi Perelli, quarta e quinta stagione, dove interpretava il ruolo di Lorella De Pisis, figlia del “Puparo”, boss mafioso e capo della malavita siciliana dei “cosa nostra”; in “Centrovetrine”, dove recita la parte di un ambizioso avvocato penalista, Claudia Corelli; nella serie tv “Gente di Mare” è la dottoressa Margherita Scanò, uccisa in un attentato; in “Incantesimo” (quarta e quinta stagione) nei panni della protagonista Paola Dupré/Meg Ajello, ruolo che la porta a vincere due importanti riconoscimenti, il premio Grolla d’oro come miglior attrice televisiva e il premio Festival di Salerno 2001.

Abbiamo incontrato Vanessa al Teatro delle Palme di Napoli, in occasione della conferenza stampa del suo ultimo lavoro teatrale, “Nina”, con Riccardo Polizzy Carbonelli e Edoardo Siravo per la regia di Patrick Rossi Gastaldi, nel quale l’artista milanese è la protagonista femminile della commedia.

La Gravina, come ci spiega, è profondamente legata alla Francia, al popolo francese, a Parigi in particolar modo, per averci lavorato come modella e attrice in due momenti diversi della sua vita.

Ecco le sue parole nella video-intervista che ci ha rilasciato in esclusiva:

“Non ci sono parole per descrivere ciò che è accaduto a Parigi. È un fenomeno incommentabile. Io ho un legame personale e profondo con la città, in cui ho vissuto per parecchio tempo e dove ho avuto il piacere e la possibilità di fare tante esperienze professionali e artistiche. Ho tanti amici francesi, tra colleghi e non. In momenti come questi l’Europa deve essere più che mai unita”.

“Il problema – prosegue l’attrice ‒ non è solo legato agli amici francesi che meritano il nostro rispetto, la nostra vicinanza e solidarietà, il nostro appoggio. È un problema che ormai, purtroppo, riguarda tutti. È un fenomeno che fa parte del “male di vivere”, diffuso negli ultimi anni in questo mondo che chiaramente ha troppo dolore, troppa sofferenza, troppa emarginazione sociale e divergenza economica e queste condizioni di disperazione, a lungo andare, generano tali tragici avvenimenti.

“Purtroppo – conclude la Gravina ‒ un mondo senza barriere protettive crea delle mine vaganti che impazziscono e arrivano addirittura a farsi esplodere perché non hanno nulla da perdere. Ripeto, credo che l’Europa debba farsi trovare unita e contrastare questo pericolo in modo tenace, senza farsi prendere dal terrore. Sono vicina al popolo francese e dico loro di farsi forza; è certamente un grande popolo e si risolleverà da questa situazione. Bisogna mettere fine alla demagogia del terrore, cosa inaccettabile che lede tutti i diritti umani. Solo la cultura può salvarci!”

Ricordiamo che l’attrice Vanessa Gravina sarà in scena al teatro delle Palme di Napoli dal 19 al 22 novembre 2015 nella pièce teatrale “NINA” di André Roussin, con la partecipazione di Edoardo Siravo, Riccardo Polizzy Carbonelli, Carlo Di Maio e Fabio Vasco, per la regia di PINO STRABIOLI e PATRICK ROSSI GASTALDI, scene di Bruno Garofalo e costumi di Silvia Polidori.

TEATRO DELLE PALME: info utili Il Botteghino del Teatro Delle Palme è aperto tutti i giorni con orario 10.30 – 13.30 e 16.30 – 20.00.

Il centralino del Botteghino risponde negli stessi orari al numero 081 4104486 Indirizzo: Via Vetriera a Chiaia 12 – Napoli – 80121 e-mail: teatrodellepalmenapoli@gmail.com GIORNI e ORARIO SPETTACOLI giovedì 19/11/2015 ore 17:30 venerdì 20/11/2015 ore 21:00 sabato 21/11/2015 ore 21:00 domenica 22/11/2015 ore 18:30

A cura di SAVERIO FALCO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio