Quotidiano di informazione campano

Esercito: Grande successo di pubblico per “aperitivi musicali” all’insegna dell’integrazione

PER LA GAZZETTA CAMPANA EVENTI ANTONIO GRILLETTO

Napoli –  Sabato 15 dicembre nella Galleria Umberto I, si è conclusa la rassegna “aperitivi musicali”, giunta alla terza edizione che ha registrato un grande successo di pubblico. Presenza tra gli altri il Generale di Corpo d’Armata, Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud dell’Italia centro meridionale ed insulare e il Dott. Luigi De Magistris, Sindaco della città di Napoli.

L’Esercito Italiano nel quadro del programma delle attività promozionali e culturali previste per il periodo natalizio, ha inteso rinnovare anche per quest’anno una serie di concerti di Bande e Fanfare militari a favore della cittadinanza per una sempre maggiore integrazione tra “Mondo Militare” e “Società Civile”, nella toccante atmosfera natalizia.

L’attività denominata “Aperitivo Musicale” ha inteso offrire un dolce risveglio in musica, alla cittadinanza e ai turisti, nel tepore dell’atmosfera natalizia.  “Aperitivo Musicale” è stato promosso e condotto dal Comando Forze Operative Sud ed è andato in scena nei sabato che hanno preceduto le domeniche dell’Avvento, ovvero il 1°, l’8 ed il 15 dicembre scorso. In particolare nella Galleria Umberto I sono state protagoniste, anche con brani natalizi, la U.S. Naval Forces Europe Band e Banda della Brigata Meccanizzata “Granatieri di Sardegna” sabato 1° dicembre. Invece al 2° appuntamento la Fanfara del 10° reggimento Carabinieri e la Fanfara del 1° reggimento bersaglieri della Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, per giungere quindi all’appuntamento finale con la Banda Nazionale della Polizia Penitenziaria e la Banda della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”. Le tre esibizioni finali sono state caratterizzate dal medesimo denominatore comune: l’esecuzione simultanea delle due musiche d’ordinanza dell’Inno Nazionale, meglio conosciuto come “Il Canto degli Italiani” che fu composto da Goffredo MAMELI e musicato da Michele NOVARO e per la circostanza cantato a squarciagola dai cittadini, dai bambini e dai turisti.

Preliminarmente le musiche d’ordinanza, delle quali una sempre di Forza Armata, si attestavano in Palazzo Salerno – Caserma Diaz, in Piazza del Plebiscito, ed al Maschio Angioino per poi simultaneamente muovere verso la gallerie con tappe intermedie di richiamo musicale alla cittadinanza.

La partenza del complesso musicale da palazzo Salerno ha voluto significare che Il Comando Forze Operative Sud è un neo Comando avente giurisdizione sull’Italia Centro-Meridionale (Peninsulare ed Insulare), ha una connotazione interregionale e multifunzionale che abbraccia tutte le componenti: Operativa, Territoriale ed Infrastrutturale dell’Esercito in tale area geografica. Anche la scelta di imperniare, quindi, questo Comando su Napoli non è casuale. Occorre infatti che questa città, in analogia a quanto sta avvenendo in altri settori, riprenda un ruolo guida per tutto il Sud e le Isole.

Aperitivo musicale del 15 dicembre ha gemellato per l’occasione con l’8a edizione di “ArtigiaNato in carcere” promossa dal Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria di Napoli in collaborazione con il Centro Giustizia Minorile, il Garante per i Detenuti della Regione Campania, l’Associazione “Il carcere possibile O.N.L.U.S.”

La manifestazione “ArtigiaNato in carcere” ha proposto l’esposizione e la vendita di manufatti e prodotti artigianali realizzati in tutti gli Istituti Penitenziari della Regione, coinvolgendo anche le Cooperative e le Associazioni di volontariato, operanti negli Istituti e i detenuti impegnati direttamente nelle lavorazioni. Obiettivo principale dell’iniziativa mirava a sensibilizzare l’opinione pubblica, dando visibilità alle tante attività di laboratorio che i detenuti svolgono all’interno degli Istituti unitamente all’impegno dell’Amministrazione Penitenziaria nel garantire l’esecuzione della pena nell’ottica della rieducazione e del reinserimento sociale attraverso il lavoro e la formazione professionale. Negli anni questa manifestazione è diventata fortemente motivante per tutti gli operatori coinvolti, oltre ad essere un’occasione di incontro e verifica con la rete territoriale, contribuendo a rafforzare i rapporti ed a favorire nuove sinergie e progetti. Questa edizione si è arricchita sempre di più, perché oltre alla presenza delle bande musicali ha visto la prestigiosa presenza del Coro Giovanile del Teatro San Carlo, diretto dal Maestro Carlo MORELLI e del Coro di voci bianche dell’Istituto Comprensivo Statale “Don MILANI – ALIPERTI” di Marigliano che ha cantato l’inno Nazionale alla fine sulle note delle due bande (Banda Nazionale della Polizia Penitenziaria e la Banda della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”).

La rassegna musicale si è conclusa con i saluti di commiato del: Dott. Vincenzo Schiavo, Console della Federazione Russa in Napoli, Dott. Giuseppe MARTONE (Provveditore Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria); Dott.ssa Maria GEMMABELLA (Direttore del Centro per la Giustizia Minorile); Dott. Samuele CIAMBRIELLO (Garante dei Detenuti); Dott. Domenico SCHIATTONE “Direttore Regionale Ufficio Detenuti e Trattamento del P.R.A.P. “Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria Campania”; del Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud e del Dott. Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli.

L’Associazione “SCUGNIZZI”, come per le edizioni precedenti, ha offerto al folto pubblico un assaggio dei prodotti dolciari del loro laboratorio e l’aperitivo natalizio.

Scugnizzi, come noto, opera nell’area minorile penale di Napoli formando i ragazzi in attività utili al concreto inserimento nel mondo del lavoro. L’obiettivo dell’Associazione Scugnizzi di Napoli, in sintonia ai dettami costituzionali, è quello di creare opportunità di reinserimento facendo entrare nel progetto quanti più imprenditori possibili.

 

Invece Monelli tra i fornelli – la cucineria di Nisida ONLUS nell’ambito del loro percorso formativo ha prodotto come tradizione il panettone artigianale.

Il Panettone nasce da un progetto realizzato con i giovani dell’istituto minorile di Nisida con la collaborazione dei maestri pasticceri Napoletani. Scegliere il nostro prodotto permette di finanziare le attività dell’associazione “Monelli tra i Fornelli ONLUS”. L’associazione opera nei laboratori di pasticceria all’interno della struttura penitenziaria per aiutare la formazione e l’autostima dei ragazzi. Lo scopo dell’associazione mira a fornire ai giovani ristretti dell’istituto penale per Minorenni di Nisida  una formazione finalizzata alla loro crescita personale e professionale.

“Essere Cuochi, Camerieri e Pasticceri” è l’espressione che sintetizza la finalità prioritaria del percorso che intende arricchire e potenziare il profilo professionale degli allievi oltre che le specifiche competenze e le abilità confluenti nella tecnica operativa.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.