Quotidiano di informazione campano

ESPLOSIONE ALLA ADLER DI OTTAVIANO: SUBITO PIANO DI CONTROLLI E SICUREZZA

NON POSSIAMO TORNARE ALLA NORMALITÀ DELLE MORTI SUL LAVORO

L’esplosione di oggi ad Ottaviano, a 24 ore dall’inizio della fase 2, si configura come una delle più grandi tragedie sul lavoro degli ultimi anni e ricorda ancora una volta quanto in questo Paese sia grande il problema della sicurezza sul lavoro.

L’esplosione è avvenuta alla Adler Plastic dell’imprenditore Paolo Scudieri, stiamo parlando della sede storica di una multinazionale che fattura miliardi di euro l’anno, i controlli sarebbero dovuti essere quanto più rigidi possibili ed ogni incidente, anche il più piccolo, non sarebbe mai dovuto avvenire.

Non possiamo accettare episodi come questo, soprattutto in un momento dove la tutela della salute è posta al centro di ogni dibattito, non possiamo accettare che riprenda l’ecatombe delle migliaia di morti sul lavoro.

Per questi motivi:

  • Chiediamo di intervenire immediatamente per appurare le responsabilità dell’accaduto alla Adler;
  • Chiediamo di intensificare i controlli per garantire la massima sicurezza sul lavoro, sia per quanto riguarda le mansione ordinarie, sia per quanto riguarda le disposizioni di sicurezza relative alla prevenzione da Corona-virus;
  • Chiediamo di incrementare l’operato dell’ispettorato del lavoro, affinché gli ispettori possano intensificare i controlli, ma soprattutto pretendiamo l’effettiva efficacia di tali controlli, da effettuarsi senza preavviso, nell’assoluta tutela dei lavoratori in caso di denuncia e con effettiva conseguenze in termini di sanzione del datore di lavoro e di incremento della sicurezza nel luogo di lavoro;
  • Chiediamo a tutte le sigle sindacali di non ignorare quanto avvenuto ad Ottaviano e proclamare lo momenti di sciopero intercategoriale nel ricordo di vittime e feriti e per rilanciare concretamente il tema della sicurezza sul lavoro.

Promuoviamo la creazione di “Comitati Popolari per la Difesa dei Lavoratori”, formati su base territoriale da attivisti ma anche da sindacati, gruppi, organizzazioni sociali e politiche, che abbiano il compito di tutelare quei lavoratori che non godono di adeguati rapporti di forza per far valere i propri diritti e la propria sicurezza.

La comunità di Potere al Popolo esprime massima solidarietà e vicinanza a tutti i cari ed i conoscenti della vittima e dei feriti.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.