Quotidiano di informazione campano

Falò di Sant’Antonio: tutti gli eventi e sagre in Campania

Nola la notizia pervenutaci oggi e che quest'anno Piazza Sant' Antonio Abbate dopo 2 anni di fermo stasera alle 1930 la processione e il falo'

0

E’ tutto pronto per il lungo week end di Sant’Antonio Abate. La Campania onora il Santo e lo fa con una tradizione millenaria che da sempre incanta migliaia di visitatori in giro tra falò e sapori, tradizioni e colori di una provincia che si illumina a pochi giorni dai giorni della Merla quelli più freddi dell’anno. Fino a domenica tripudio di fucaroni, vampe e carcare tra cinque province così diverse ma così vicine nella fede e tradizione popolare. Con il tempo la festa di Sant’Antonio è stata associata al fuoco e alla vigilia della festa del Santo è di tradizione l’accensione del cippo, un colossale fuoco alimentato da rami d’ulivo o dagli alberi di Natale come si usa ai quartieri Spagnoli di Napoli o in altri quartieri cittadini.

                                                                                                               Nola la notizia pervenutaci oggi e che quest’anno  Piazza Sant’ Antonio Abbate dopo 2 anni di fermo stasera alle 1930 ci sara’ la processione e il falo’ E LA BENEDIZIONE AGLI ANIMALI TUTTI NON MANCATE

 

 Anche a San Paolo Belsito  il falo’ alle ore 19 appuntamento a stasera

Cresce l’attesa per i la lunga notte dei falò di Nusco. Quest’anno la festa è più lunga e durerà tre giorni: da stasera fino a domenica. Nel borgo altirpino sono attese migliaia e migliaia di visitatori da ogni provincia della Campania. La Notte dei Falò di Nusco nasce come rito propiziatorio nel XVII° secolo. E’ la Festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e della comunità contadina. I primi falò venivano accesi per scacciare la peste, che nel 1656 solo a Nusco fece registrare ben 1200 vittime.

Si accendono i falò anche a Solofra dove torna il classico appuntamento con le carcare di Sant’Antuono. oggi Domenica ogni quartiere avrà la sua carcara.

A NAPOLI:

 È la zona del centro storico di Napoli quella in cui tradizionalmente vengono accesi i cosiddetti cippi per Sant’Antonio, il 17 gennaio. I quartieri in cui si festeggia sono Forcella e la Sanità, in cui è possibile trovare vari fuochi accesi nelle tipiche strade della zona, ma anche nel cosiddetto Buvero ‘e Sant’Antuono (Borgo di Sant’Antonio) si svolgono molti festeggiamenti. È un’area nei pressi di via Foria ed unisce Porta Capuana a Piazza Carlo III.

Lettere nell’Area Fiera a Sant’Antonio Abate ci saranno dieci giorni di festa con la “Sagra della porchetta”, in programma nell’ambito della Fiera Città di Sant’Antonio Abate. Dopo il grandissimo successo dello scorso anno, torna così anche quest’anno la festa con ben 160 stand espositivi, 10 punti vendita porchetta e tanti ospiti come Tony Tammaro, Gino Fastidio e il Boss delle Cerimonie.  Da non perdere è anche lo spettacolare corteo di fuoco che ci sarà nella notte tra domani e domenica, quando imponenti fiaccole infuocate percorreranno le vie del paese.

A Cicciano  ieri sabato 16 gennaio, iniziata con la processione con la benedizione degli animali ed i tamburini di Castel Cicciano, alle 18.30 la Santa Messa e alle 19.30 l’accensione dei falò con la benedizione. La festa durerà anche il 17 e 18 gennaio con le Messe alle 9.00 e alle 18.30, mentre alle 20.00 di entrambi i giorni la vendita all’asta dei prodotti tipici donati al Santo.

A Somma Vesuviana sarà organizzato un doppio evento per celebrare il Santo. Il primo è il secolare Fuoco ‘e Sant’Antuono, il secolare falò “dint’ a curtina ‘e Zi’ Riccardo“, una festa ormai giunta alla sua 109esima edizione, con musica e folklore. Alle 18.00 e alle 20.00 del 17 gennaio, infatti, suoneranno diversi gruppi di musica popolare. Il secondo evento, invece, che si svolgerà sempre il 17 gennaio, è la Festa ‘e Sant’Antuono in cui prenderanno vita antichi riti e sacre rappresentazioni. Alle 15.00 ci sarà la benedizione dei pani e degli animali e alle 16.00 la processione del Santo. in serata, alle 19, una giuria premierà alcuni degli animali.

A Palma Campania di scena la tradizione con il Focarone di Sant’Antuono mentre a Saviano il falò sarà proprio l’evento che sancirà l’inizio del lungo cartellone legato al Carnevale savianese; falò anche a San Vitaliano, sabato 16 gennaio 2016, a Giugliano con il focarazzo di sabato 16 gennaio.

A SALERNO: 

A Salerno l’appuntamento più atteso e sentito sarà quello del Porticciolo di Pastena, luogo in cui la tradizionale “vampa”. Una tradizione antica e simbolica che racconta come i salernitani bruciano in quelle vampe tutto ciò che dell’anno vecchio va gettato via. Fuoco catartico per eliminare quanto di brutto appartiene al passato.

Domani e domenica festa anche a Campagna con i celebri “Fucaroni. Il tutto ricordando la storia dell’eretico nolano Giordano Bruno, arso vivo sul rogo e che fu ordinato sacerdote nel Convento dei Padri Domenicani di Campagna dove cantò anche la sua prima messa.

A Cava de Tirreni, nella parrocchia di Sant’Antonio, unitamente al falò ci sarà anche la benedizione degli animali domestici mentre a Vietri Sul Mare è in programma una vera e propria festa del fuoco.

A Penta di Baronissi, ci saranno domani sera gli attesi falò.

A BENEVENTO

Domenica 17 gennaio (alle ore 19) a Foglianise, in provincia di Benevento, si terrà presso il cortile della Parrocchia di “San Ciriaco” la benedizione degli animali e l’accensione de O’Fuoco e Sant’Antuono.

A CASERTA 

Domani sera a Maddaloni si terrà la terza edizione de “O’ ceppo e Sant’Antonio”.

A Castel Morrone, si appresta a celebrare il tradizionale appuntamento con i falò in onore di Sant’Antonio Abate.

La notte dei falò di S. Antonio Abate 2016 a San Clemente di Gallucciosi svolgerà domani a partire dalle 18:30 in piazza Umberto I.

Domenica 17 gennaio a Pastorano invece l’appuntamento è con i Falò di S. Antonio Abate dalle ore 18 in Piazza S. Giovanni Evangelista a Pantuliano.

Domenica 17 gennaio, giorno della festa di S. Antonio Abate, come da antica tradizione si terrà la “lampa” a Casertavecchia; avrà inizio alle ore 18:00 a Casola in piazza Trivio dove ci sarà la benedizione degli animali da parte del parroco don Valentino Picazio. RADIO PIAZZA EVENTI IN CAMPANIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.