Quotidiano di informazione campano

Femminicidio,marito condannato a 30 anni

CRONACA RADIO PIAZZA NEWS-In primo grado ergastolo, poi riduzione per rito abbreviato

0

NAPOLI, 187 MAR – Trent’anni di reclusione è la pena inflitta a Vincenzo Carnevale, che nel febbraio 2013 investì con l’auto e poi diede fuoco alla moglie Giuseppina Di Fraia morta dopo tre giorni di agonia.
La sentenza è stata emessa oggi dalla IV sezione della Corte di assise di appello di Napoli (presidente Domenico Zeuli)che ha accolto le richieste del pg Carmine Esposito. In primo grado l’imputato era stato condannato all’ergastolo. Il processo si è svolto con rito abbreviato. In primo grado il gup aveva inflitto l’ergastolo applicando come riduzione di pena l’esclusione dell’isolamento diurno. I magistrati di Appello hanno tuttavia ritenuto che l’isolamento diurno non potesse essere applicato in questo caso e quindi la riduzione di pena, prevista dal rito abbreviato, è stata quantificata in trent’anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.