Domenica 21 giugno 2015, a partire dalle ore 17 fino alla mezzanotte, in Villa Cristina a Santa Maria Capua Vetere (Ce), si terrà  la quarta edizione del Festival ‘La Musica può fare’.  Il festival di musica e arte, ideato e organizzato dall’associazione culturale no profit sammaritana Club 33 Giri,  sposa e sostiene un progetto di carattere sociale per il quarto anno consecutivo. Per l’edizione 2015 parte del ricavato del festival, infatti, sarà devoluto all’associazione di volontariato ‘La Bottega del Clown’ di Caserta. Sette ore tra musica, giocoleria, performance teatrali a cura del Teatro Civico 14, aree tematiche, area stand e mostre fotografiche e pittoriche. Sul main stage saliranno Sabba e Gli Incensurabili, Giovanni Truppi e  España Circo Este (Unica data estiva al Sud Italia); spazio alla musica emergente del territorio, con #LAltroPalco  con Flux Refrain, Kafka sulla Spiaggia , Coma Berenices,e Joseph Foll e LaPiccolaorkestraperprestazionioccasionali. Tema centrale del festival non poteva che essere il circo e la sua esplosione di colori.

‘La Musica può fare’ 4 si terrà domenica 21 giugno 2015, a Santa Maria Capua Vetere (Ce), in Villa Cristina. La villa si trova in via G. Cappabianca. Per il quarto anno consecutivo il festival, organizzato e ideato all’associazione culturale no profit Club 33 Giri, sposa un progetto sociale. Ingresso con contributo minimo volontario di 5,00 euro. Parte del ricavato dell’edizione 2015 sarà devoluto a ‘La Bottega del Clown’, associazione di volontario che si occupa di clownterapia. La Bottega del Clown’ nasce nel Marzo 2006, a Caserta, come associazione di volontariato di clownterapia presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dove tuttora presta il proprio operato a titolo gratuito ogni sabato pomeriggio. I volontari de ‘La Bottega del Clown’, chiamati Clown dottori, hanno il compito di sdrammatizzare le situazioni di disagio, intervenire sulla relazione medico-bambino e infermiere-bambino, ridurre lo stato di ansia e di paura, umanizzare la prestazione sanitari. Un evento a trecentosessanta gradi quello del 21 giugno 2015, dove arte e solidarietà si incontrano dando vita ad un momento di aggregazione unico nel suo genere. I cancelli di Villa Cristina si apriranno alle ore 17 con la performance itinerante a cura del Teatro Civico 14: i giovani allievi del laboratorio teatrale permanente ragazzi L’Attore Capovolto si esibiranno in ‘Quello che tu chiami amore’, cimentandosi in dialoghi e monologhi, tutti tratti da opere teatrali o sceneggiature cinematografiche, da libri, da esperienze. I quadranti della villa saranno suddivisi in: area stand, area espositiva, area #LAltroPalco, area ristoro con main stage.  All’interno della villa inoltre, per tutta la durata del festival, saranno presenti giocolieri itineranti (Luigi Cennamo, Guglielmo Ferrara, Alì Akbar Rahati Nover) che intratterranno e divertiranno il pubblico. Nell’area espositiva si potranno ammirare le seguenti mostre: ‘Music Wall’ di Diego Dentale, ‘Anime e Volti’ di Lorenzo D’Ancicco, ‘Stew’ di Otilio Chiodero e  ‘Il reportage: prospettive napoletane’ con le opere realizzate nell’ambito del primo corso di fotografia del Club 33 Giri e ‘Da qui, messere, si domina la valle’ del fotografo salernitano Lello D’Anna. Alle ore 18 saliranno su #LAltroPalco: Flux Refrain, Kafka sulla Spiaggia, Coma Bernices,  Joseph Foll e LaPiccolaorkestraperprestazionioccasionali. A partire dalle 20.30 saliranno sul main stage Sabba e Gli Incensurabili, Giovanni Truppi e  España Circo Este. Sabba, Salvatore Lampitelli, incontra gli Incensurabili (Luca Costanzo, Alessandro Grossi, Alessandro Mormile e Alfonso Donadio) nel luglio 2010. Dopo ‘Nessuno Si Senta Offeso’ (BulbArtWorks/Audioglobe), uscito nel 2012, arriva a gennaio 2015 ‘Sogno e son Fesso’, che racchiude in sole dieci canzoni il diritto alla speranza di una generazione rinnegata dalle sue stesse radici che, dopo vent’anni di silenzio, si ritrova a sostenere il peso di una storia a cui non sente di appartenere. Il cantautore partenopeo Giovanni Truppi ha pubblicato tre dischi: ‘C’è un me dentro di me’ (CinicoDisincanto/Cni 2010), ‘Il mondo è come te lo metti in testa’ (I Miracoli-JabaJabaMusic/Audioglobe 2013) e ‘Giovanni Truppi’ (Woodworm/Audioglobe 2015). Più di cento concerti in meno di due anni, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed al magnetismo dei suoi live, ora un disco nuovo. Cantante, chitarrista e pianista come pochi, negli anni la musica di Truppi è stata accostata dai critici agli artisti più disparati (da Jeff Buckley a Giorgio Gaber, da Paolo Conte a Lou Reed).  Gli España Circo Este, mix esplosivo di Argentina e Italia, in poco più di due anni di attività hanno già all’attivo oltre trecento concerti, lungo tutta l’Italia e la Spagna. La band argentino-romagnola rappresenta una vera e propria carovana musical-circense dal sound unico e originale, fra il sacro e profano, fra lo stoner ed il balkan, con influenze reggae e tango-punk, proporranno dal vivo i brani contenuti nel loro ultimo disco ‘La Revolucion del amor’. A presentare la serata sarà Giulio Caputo, speaker de ‘La Notte è piccola’ programma in onda tutti i lunedì sera su Radio Prima Rete.

Gli stand presente in Villa Cristina saranno: Damiano CapaTosta Rossi – ‘L’uomo di latta’, Penelope HandmadeBijoux, Raffaele Badstudio Romano, The glass house, Anna Angeli In Soffitta,Look Like London, Maschere in cuoio di Vesna Sansone, Stop Biocidio Caserta,  Boosha di Giovanni Laffi.

Lo spot de ‘La Musica può fare’ 4 è stato realizzato da UBIA mentre le grafiche sono a cura di Stefania Circelli e Giuseppe Faggiano (weDesign).

‘La Musica può fare’ 4 è patrocinato dal Comune di Santa Maria Capua Vetere (Ce). I partner della quarta edizione sono:  Teatro Civico 14, Music Coast to Coast, Gold Web Tv, Oca Nera,  Salviamo l’Arte, LYL e AISA-Associazione Italiana Scienze Ambientali sezione di Caserta.  Sponsor dell’evento: Roberto Capitelli Srl, “Carta e cartucce” di Santa Maria CV New Graphic Point, Termoelettrica Valentino, Ritmi Urbani, Bed&Breakfast Cuscino&Pasticcino , Magi Burger, Coppola Gioielliere, Perrotta Cereali, Il Casaro del Re.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com