Quotidiano di informazione campano

Una fiaccolata per Giovanni, il giovane operaio in coma dopo un incidente sul lavoro

0

Nola – si stringe a Giovanni Iovino, l’operaio 27enne vittima di un incidente sul lavoro. Giovanni era a lavoro su una scala quando avrebbe perso l’equilibrio cadendo e battendo la testa. Dopo un primo ricovero a Nola, è stato trasferito al San Leonardo di Salerno dove, sottoposto ad un delicato intervento, è oggi tenuto in coma farmacologico. Non è in pericolo di vita e si spera nella sua rapida ripresa, i medici hanno rassicurato la famiglia: il risveglio di Giovanni dipende dalla sua forza. Una forza incredibile, raccontano parenti ed amici che oggi seguono passo passo la sua degenza. Giovanni è un ragazzo combattivo e pieno di risorse, che si riprenderà presto da questa bruttissima avventura. Nel frattempo, chi lo conosce e lo stima, ma anche chi è rimasto colpito dalla sua storia di grande lavoratore e papà da appena un mese vittima di un brutto incidente, ha deciso di organizzare una fiaccolata di solidarietà che si è tenuta ieri sera con partenza da via Confalonieri (100 alloggi), e proseguita per il rione Gescal per poi tornare in via Confalonieri per un momento di preghiera dinanzi alla statua di Padre Pio. Alla fiaccolata ha partecipato anche la giovanissima moglie di Giovanni, Federica, che da solo un mese ha dato alla luce una bellissima bimba.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.