Quotidiano di informazione campano

Finale da favola: da 1-0 a 1-2 in 5′. Un baby Nola ribalta il Roccella

Serrano all'88' e Giliberti al 93' cancellano il rigore di Malerba e decidono lo scontro-salvezza in terra calabrese. Esposito: "Partita dai contorni epici"

Serrano all’88’ e Giliberti al 93′ cancellano il rigore di Malerba e decidono lo scontro-salvezza in terra calabrese. Esposito: “Partita dai contorni epici”  

 ROCCELLA JONICA Da Gliberti a Giliberti, il Nola torna a vincere in terra calabrese dopo oltre 3 mesi, con la quarta rimonta del suo campionato. Oggi come allora, i millennials protagonisti assoluti, con la costante del 2001 ex primavera Napoli a “spaccare” la partita entrando dalla panchina.
Anche se, a risultare decisivo, stavolta è stato il 2000 Serrano, autore del pari all’88’ (primo gol stagionale) e propiziatore della rete decisiva. Come la diagonale del 2002 Sagliano, che sventa il possibile 2 a 0 pochi minuti prima della rimonta: era il settimo under in campo, senza l’esperienza dei senatori Guarro (squalificato) e Acampora (costretto ad uscire al 45′), in un finale che resterà nella memoria.
Il Roccella paga l’importanza della gara sulla corsa salvezza, rimediando due espulsioni nella ripresa e non riuscendo ad amministrare il vantaggio di Malerba arrivato dal dischetto. E precipitando, dal possibile -3, a 9 lunghezze dal Nola, che scava 7 punti tra sé e la zona playout. Grazie alla seconda vittoria consecutiva, con un’altra grande prestazione, in una gara però ancor più delicata in quanto i punti valevano doppio.

AZIONI SALIENTI Prima mezz’ora senza occasioni degne di nota: il Nola tiene bene il campo e concede poco. Al 31′ prima occasione della partita: preciso lancio dalla sinistra di Acampora a premiare la corsa di Faella, che da solo davanti a Scuffia cerca l’angolino ma il portiere devia con il piede. Al 40′ punizione dalla destra di Faiello, Coluccio sul secondo palo non riesce ad impattare il pallone: primo e unico pericolo per il Nola nel primo tempo. Al 43′ Langella calcia da fuori dopo una respinta corta della difesa: palla alta. Al 45′ grossa opportunità per il Nola: Serrano arriva sul fondo, cross arretrato per Maggio che al limite dell’area piccola si libera rapidamente al tiro ma Scuffia para.  A cavallo dell’ora di gioco due episodi chiave. Al 59′ il Roccella resta in 10 per l’espulsione di Khoris (colpisce Mileto a gioco fermo). Al 63′ però il Roccella guadagna un calcio di rigore per un presunto contatto tra Mileto e Perkovic: Malerba dal dischetto trasforma per l’1 a 0 per i calabresi. Al 71′ espulso Coluccio per somma di gialli: Roccella in 9 uomini. Dalla punizione seguente, Maggio calcia alto dal limite dell’area. Il Nola prende in mano la partita ma non riesce a trovare sbocchi. All’84’ grande diagonale di Sagliano (2002) che evita il raddoppio. All’87’ Langella ancora una volta da fuori dopo uno schema su punizione: Nola vicino al pareggio. All’88’ il gol del pari: calcio d’angolo sul primo palo, Serrano anticipa tutti e la pizzica di testa insaccandola sul palo opposto.  Al 93′ il Nola completa una clamorosa rimonta: Serrano con un tiro a giro impegna Scuffia, respinta corta all’altezza del dischetto e Giliberti non sbaglia. Non c’è più tempo, il Nola batte il Roccella 2 a 1 in rimonta.

POSTPARTITA Il mister Esposito al termine della partita: “Una vittoria fondamentale in chiave salvezza, ancora più straordinaria per come è arrivata: tante assenze a cui si sono aggiunti gli infortuni di Acampora e Marrella a gara in corso, una squadra che ha chiuso con 7 under, di cui 2 (un 2000 e un 2001) l’hanno decisa”. Decisivo Serrano nei due gol: “Siamo felicissimi per il suo primo gol, sapevamo che prima o poi sarebbe arrivato. Ha potenzialità e deve crescere: sia lui che l’intera squadra però sono sulla buona strada. E questa vittoria ci aiuta moltissimo”.

TABELLINO

Reti: 63′ rig.Malerba, 88′ Serrano, 93′ Giliberti


ROCCELLA (4-3-3):

Scuffia, Liviera, Coluccio, Pascuzzi (69′ Amato, 94′ Achik), Malerba; Kamara, Suraci, Faiello; Leveque (90′ Ritano), Khoris, Perkovic (79′ Sangame). A disp.: Margherito, Gioia, Capellini, Spagnulo, Oietanesi. All. Galati.

NOLA (3-4-3): Anatrella; Mileto, Raimondi (83′ Sagliano), Sannia A.; Marrella (51′ Calise), Acampora (46′ Cardone), Langella, Andrulli (60′ Marigliano); Serrano, Faella (66′ Giliberti), Maggio. A disp.: Capasso, Reale, Iannotta, Fusco. All. Esposito

ARBITRO: Bocchini di Roma1 (Assistenti: Carella de L’Aquila e Menolli di Rovereto)

NOTE: Spettatori 500 circa. Ammoniti: Scuffia (RO), Raimondi (NO), Mileto (NO) e Langella (NO). Espulsi: Khoris (RO) al 59′ e Coluccio (RO) al 71′.


Area Comunicazione

S.S. Nola 1925

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.