Quotidiano di informazione campano

Fondi per Napoli, occupata per protesta

0

NAPOLI – Proseguirà per tutta la notte l’occupazione simbolica dell’aula del Consiglio comunale di Napoli, protesta avviata oggi – insieme allo sciopero della fame – da una pattuglia di esponenti della maggioranza, che intendono così protestare contro il mancato sblocco da parte del Governo dei fondi per la città relativi all’adesione al decreto 174.

Scende in campo anche il prefetto del capoluogo partenopeo, Francesco Musolino, che domattina riceverà una delegazione dei consiglieri. «Un’iniziativa – commenta il sindaco Luigi de Magistris – che aspira a sensibilizzare un governo che, ancora oggi, risulta sordo al grido di allarme proveniente da Napoli. Un governo che non ha preso in considerazione le istanze che da mesi stiamo portando avanti, sollevando tutta la nostra preoccupazione per l’acuirsi del conflitto sociale, esortando al rispetto dei diritti dei cittadini, invitando all’attuazione della Costituzione per tenere viva la nostra democrazia».

«L’amministrazione ha fatto la sua parte, predisponendo il piano di riequilibrio finanziario, adesso la responsabilità è del governo ed, in particolare, del ministero dell’Economia. I tempi sono stretti perch i bisogni dei cittadini non possono più aspettare: da questa settimana, quindi, apriremo una stagione di mobilitazione senza precedenti, affinch il governo proceda all’anticipazione del fondo di rotazione a cui la città ha diritto avendo aderito al decreto 174», conclude il sindaco.

«Occorre – secondo i parlamentari campani del Pd – che la situazione venga sbloccata nel minor tempo possibile. In un momento di forti difficoltà per i cittadini colpiti duramente dalla recessione economica, crediamo sia assurdo portare la città al collasso finanziario. Questo vorrebbe dire, tra l’altro, aumento al massimo delle tasse e azzeramento dei servizi pubblici».

«Nelle prossime ore interpelleremo in Aula sulla grave vicenda il governo, e attiveremo da subito i contatti con la Presidenza del Consiglio», concludono i parlamentari democratici. Solidarietà alla protesta anche da parte di alcuni consiglieri provinciali e dell’assessore comunale allo sviluppo, Marco Esposito, che annuncia l’adesione allo sciopero della fame. RADIO PIAZZA CAMPANIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.