Quotidiano di informazione campano

A FORIO GRAZIE ALL’ESTRO RAFFINATO DEGLI ARTISTI LOCALI, ALLESTITO UNO STRAORDINARIO PRESEPE NAPOLETANO

0

A Forio mentre l’Amministrazione comunale di Forio guidata dal sindaco Francesco Del Deo tra le polemiche ha speso la bellezza di oltre 80.000 euro per illuminare a festa il Paese con luminarie che certamente non impressionano per bellezza e raffinatezza, in pieno centro storico pochissimi artisti locali senza alcun finanziamento e a loro spese, con grande umiltà e spirito di sacrificio hanno creato dal nulla, nella cantina messa a disposizione anche quest’anno gratuitamente dalla famiglia di Luigi Monti, l’attrattiva natalizia più bella ed interessante del comune all’ombra del Torrione già visitata in poche ore da migliaia di residenti e turisti. a-forio-tra-le-polemiche-spesi-80-000-euro-per-luminarie-che-non-brillano-per-bellezza-e-raffinatezza-215622449_355502848150400_1825784325634607730_na-forio-tra-le-polemiche-spesi-80-000-euro-per-luminarie-che-non-brillano-per-bellezza-e-raffinatezza-1

E’ stato inaugurato nel cuore del centro storico di Forio, il Presepe allestito dal Comitato “Arti e Mestieri” e che potrà essere visitato da residenti e turisti in tutto l’arco delle festività natalizie. Grazie allo straordinario estro degli artisti foriani, anche quest’anno il Presepe rappresenta una eccezionale opera d’arte. Botteghe artigianali dove si lavora il ferro e la terracotta, cucine a legna, bracieri, mercanti di frutta e verdura, macellai, pescivendoli, contadini e pecore al pascolo sono solo alcune delle scene riprodotte con grande maestria in quello che può essere definito un tipico presepe napoletano del ‘700. I pastori in movimento, il giorno, la notte, l’alba e il tramonto che si alternano, completano un’opera che già in pochissime ore ha visto la presenza di centinaia e centinaia di visitatori. Francovito D’ambra oltre a spiegarci com’è nata l’idea di rappresentare quest’anno il tipico presepe napoletano, ci ha anche detto che sarebbe importante avvicinare all’arte le nuove generazioni. “Purtroppo nelle nuove generazioni – ci ha dichiarato Francovito – questa tradizione va scomparendo. Quest’anno, però, abbiamo avuto due ragazzi giovanissimi di undici e dodici anni che hanno partecipato all’allestimento del presepe. Si tratta di due ragazzi molto appassionati a quest’arte e il mio augurio è che loro possano continuare a coltivare questa passione”. Bisogna sottolineare che mentre l’Amministrazione comunale di Forio guidata dal sindaco Francesco Del Deo tra le polemiche ha speso la bellezza di oltre 80.000 euro per illuminare a festa il Paese con luminarie che certamente non impressionano per bellezza e raffinatezza, qui in pieno centro storico pochissimi artisti locali senza alcun finanziamento e a loro spese, con grande umiltà e spirito di sacrificio dal nulla hanno creato, nella cantina messa a disposizione anche quest’anno gratuitamente dalla famiglia di Luigi Monti, l’attrattiva natalizia più bella ed interessante del comune all’ombra del Torrione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.