Quotidiano di informazione campano

Francesco Chierchia, ritenuto dalla polizia affiliato al clan Gionta, è stato ucciso in un agguato davanti a un bar di Torre Annunziata.

0

L’omicidio di Francesco Chierchia è avvenuto nell’ultimo tratto di via Vittorio Veneto, a poca distanza dal cosiddetto rione dei Poverelli. L’auto che guidava l’uomo si è fermato sul marciapiede opposto a un distributore di benzina e un bar. Gli agenti del commissariato di polizia di Torre Annunziata indagano anche sulla storia personale di Chierchia, padre di due esponenti di spicco dell’omonimo clan che controlla gli affari illeciti nella zona del rione Provolera. Un sodalizio, quello dei Chierchia, legato al clan Gionta, attivo nella città oplontina e nei comuni limitrofi. Non è escluso che la morte di Francesco Chierchia possa essere, secondo gli investigatori, anche un macabro messaggio lanciato proprio ai Gionta. Di certo c’é che si tratta del primo omicidio di matrice camorristica dell’anno in una città come Torre Annunziata in passato interessata da sanguinose faide tra opposti sodalizi criminali. L’ultimo episodio delittuoso è dello scorso 27 luglio quando un autista di multitaxi, Antonio Iapicca, fu assassinato mentre si trovava seduto a uno dei tavolini di un bar. Iapicca era fratello di Giovanni, killer all’ergastolo proprio del clan Gionta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.