Quotidiano di informazione campano

GENNARO SAVIO CRITICA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE ISCHIA

“CARO GIANLUCA TRANI, ALLEANDOTI CON DOMENICO DE SIANO HAI GIA’ TRADITO IL POPOLO ISCHITANO, ISCHIA NON MERITAVA LA FORMAZIONE DI UN NUOVO ‘CAULARONE’ E CIOE’ DI UNA NUOVA ALLENZA DI POTERE COME QUELLA VOLUTA NEL 2011 DA GIOSI FERRANDINO”

0

https://www.youtube.com/watch?v=AD9GsrqislI

«Nei giorni scorsi è andata in scena l’opera buffa della presentazione della coalizione “Destra e Sinistra”. La segretaria del PD è stata costretta a nascondere i simboli di destra e di sinistra delle forze politiche che la sostengono, ma chiamando sul palco alcuni dei capibastone che l’hanno candidata ha palesato la natura della propria coalizione che poggia esclusivamente su rancori personali, senso di rivincita e rivalsa, e non su un progetto comune di Città.

Ad esempio, si potrebbero citare le profonde divergenze sul Puc tra i suoi capibastone.

Basta ricordare, poi, che proprio il Partito democratico, che fingeva di sostenere con lealtà il Sindaco Tommaso Esposito, impallinò nel segreto dell’urna, il revisore dei conti proposto  dall’allora vicesindaco appena terminata la sua campagna elettorale nelle liste di Forza Italia».

«E’ del tutto evidente – continua ancora la nota della coalizione “Centro, Sinistra” – che la Regione Campania riconoscendo a più riprese l’effettivo buon lavoro fatto dall’Amministrazione del Sindaco Raffaele Lettieri, prima con il presidente De Luca, poi con il suo vice Bonavitacola, e in ultimo con l’assessore Fortini, ha concretamente lasciato al proprio destino la “coalizione dell’odio” di “destra e sinistra”, che non ha alcuna corrispondenza politica con le forze di governo nazionali o regionali.

Con la segretaria del Pd intravediamo un insieme di “galletti” in bella mostra, pronti ad ipotizzare il ritorno della nostra città in una perenne crisi di palazzo, con continui trucchetti e sgambetti, a differenza della nostra – la coalizione di “Centro, Sinistra” -, che ha garantito per questi cinque anni stabilità di governo, coesione profonda, condizioni di progresso e azioni di governo realizzate intorno ad una leadership condivisa, quella del Sindaco Raffaele Lettieri, primo Sindaco di Acerra, dopo la riforma elettorale, dal 93 ad oggi, che si ricandida sottoponendosi al giudizio degli elettori che liberamente potranno con il loro voto giudicare quanto è stato fatto».

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.