Quotidiano di informazione campano

Genova L’omicidio dell’uomo decapitato il nipote confessa

0

GENOVA, Claudio Borgarelli, l’infermiere accusato di avere ucciso lo zio Albano Crocco lo scorso 11 ottobre nei boschi di Lumarzo, ha confessato il delitto.
“Abbiamo discusso per il sentiero – ha detto Borgarelli davanti al gip Faggioni -. Lui mi ha insultato e sputato addosso e io non ho capito più nulla. Non lo so perché ho tagliato la testa a mio zio. Non me lo so spiegare” ma “non riesco più a portare il peso di questo omicidio”. Borgarelli ha pianto durante la confessione ma non ha chiesto perdono. Daniela Crocco, figlia della vittima e cugina di Bolgarelli ha detto di voler “chiedergli perché l’ha fatto, perché ha distrutto la mia famiglia e ha distrutto se stesso. Ora voglio giustizia, deve rimanere in carcere tutta la vita”.Cronaca radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.