Quotidiano di informazione campano

Giffoni Valle Piana- Giffoni Film Festival -Conclusa la 45° edizione – Edizione 2015 denominata Carpe Diem

ANTONIO ROMANO PER RADIO PIAZZA EVENTI NEWS

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Giffoni Valle Piana – Notevole il consenso di pubblico per la manifestazione Giffoni Film Festival e per l’interesse culturale che ha suscitato. Rocìo Muñoz Morales  è stata tra gli ultimi ospiti della manifestazione. L’attrice e modella spagnola  è stata uno dei personaggi principali  della cerimonia di premiazione dei film vincitori della 45esima edizione del Giffoni Film Festival. Per la prima volta sul Blue Carpet della Cittadella del Cinema, Rocìo Muñoz Morales  è stata attratta dall’entusiasmo dei ragazzi come del resto accade a tutti gli ospiti prestigiosi. Nel corso della cerimonia di premiazione ha avuto modo di affermare: “Mio padre era molto rigido, un appassionato del cinema dei suoi tempi. Mi costringeva a guardare più e più volte opere come “Marcellino pane e vino”, di Ladislao Vajda”. Ha avuto parole di apprezzamento per i giovani giurati protagonisti della manifestazione per le diverse fasce di età. “Di certo  il cinema è una finestra sul mondo, che fa crescere e scoprire consapevolezze sempre nuove”. Presente alla manifestazione di premiazione attori come Sergio Assisi e Riccardo Rossi. A presentare la serata di premiazione Manlio Castagna, Vicedirettore del Giffoni Film Festival. Di seguito l’elenco dei vincitori: sono stati Film indimenticabili, emozionanti per il pubblico. 3.600 giurati del Giffoni Film Festival, provenienti da tutto il mondo,  hanno deciso di premiare i migliori nell’edizione 2015 denominata Carpe Diem. I premi ufficiali Gryphon Award: nella sezione lungometraggi +6, il premio per il miglior film è stato vinto dall’italiano “Grotto” di Micol Pallucca, al secondo posto “The amazing Wiplala” dell’olandese Tim Ollehoek; nella sezione +10 ha vinto il belga “Labyrinthus” di Douglas Boswell, al secondo posto il danese “The shamer’s daughter” di Kenneth Kains; nella sezione +13 vittoria per il tedesco “Sanctuary” di Marc Brummond, al secondo posto il norvegese “Beatles” di Peter Flinth; nella sezione +16 vittoria per l’americano “All the wilderness” di Michael Johnson, al secondo posto “Standing Tall” della francese Emmanuelle Bercot; nella sezione +18 Gryphon Award per “Coin Locker Girl” di Han Jun-Hee seguito da “Gabriel” dell’americano Lou Howe. L’elenco prosegue con la sezione Gex Doc, vittoria per l’italiano “Forever stars” di Mimmo Verdesca, secondo posto per il canadese “All the time in the world” di Suzanne Crocker. Nella sezione cortometraggi, riservata ai bambini con più di tre anni, ha vinto il francese “Captain Fish” di John Banana, il ceco “The wish fish” di Karel Janak si è aggiudicato la sezione +6 mentre al secondo posto si è classificato il tedesco “The present” di Jacob Frey; nella sezione +10 ha vinto l’americano” The red hunter” di Alvaro Ron, secondo classificato l’italiano “Two left feet” di Isabella Salvetti; nella sezione +18, film di animazione, premi russi per “About a mother” di Dina Velikovskaya seguito da “My grandfather was a cherry tree” di Olga e Tatiana Polietkova mentre nella +18 (fiction) premi per l’italiano “Point of view” di Matteo Petrelli seguito dal danese “Lukas & The Aspies” di Anders Gustafsson. Tra i premi speciali, nella sezione +3 l’italiano “The Mods” di Alessandro Portincasa e Antonio Padovan ha vinto il “Giotto super Be’Be'”, nella +10 il Bambino Gesù Hospital Award è andato a “Birds of passage” del francese Oliver Ringer, nella +13 il coreano “Thread of lies“di Lee Han porta a casa il riconoscimento dei Cine circoli giovanili socioculturali, nella +16 il francese “Young Tiger” di Cyprien Vial si aggiudica il Don Bosco Educational Award mentre l’inglese “The falling” di Carol Morley ha vinto il British Film Institute Certificate,  nella +18 i francesi “Beach flags” e “Fatima”  vincono l’Amnesty International Award. Nella sezione Gex Doc, infine, il canadese “All the time in the world” ha vinto il Grifone di alluminio e il Premio Cial per l’ambiente. Tutti i premiati che sono saliti sul palco sono stati accompagnati dall’inno del Festival il valzer n. 2 di Dmitri Shostakovich; un compositore e pianista sovietico, ritenuto tra i più importanti compositori di scuola russa e, più in generale, della musica del Novecento. Una manifestazione a carattere internazionale che ha visto grandi protagonisti del mondo dello spettacolo: ORLANDO BLOOM, TOM FELTON, MARTIN FREEMAN, MARK RUFFALO; solo per ricordarne qualcuno. Tra altro, alcuni ragazzi, facendo spazio tra la folla di ragazzi a caccia di autografi e foto con i propri divi del cinema,  per rendere omaggio agli ospiti che raggiungono Giffoni, con costumi tipici, impersonano alcuni personaggi dei loro film. È quando accaduto per Orlando Bloom: un associazione proveniente da Bari, denominata  “ La quarta era”, vestendo i panni di alcuni personaggi cinematografici della trilogia “ Il signore degli anelli” tra i quali “Legolas” personaggio interpretato proprio da Bloom, ha inteso rendere omaggio al gradito ospite. C’è stato spazio anche per incontri a carattere istituzionale; vale come esempio la presenza del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, anche loro ospiti della 45edima edizione del Giffoni Film Festival. Ultimo film  in anteprima nazionale al Giffoni Film Festival, è stato  “Camminando nel cielo”, girato in parte a Baronissi. La pellicola del regista Angelo Antonucci è incentrata sui temi dell’handicap. È la vicenda di un ragazzo costretto a utilizzare una sedia a rotelle, in conseguenza a un incidente. Le scene hanno avuto come sfondo i luoghi più esclusivi di Baronissi. Tra gli attori del film ; Sandra Milo, Marina Occhiena, Mario Porfito, Luca Mordenti, Vincenzo Soriano. Un modo come un altro di promuovere i territorio con i suoi parchi e i suoi monumenti, in un luogo che, magari, ben si presta ad essere set di produzioni cinematografiche.

Antonio Romano

 

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.