Quotidiano di informazione campano

Gioia e religiosità popolare nella Festa dei Gigli di Brusciano

0

Con la Messa Solenne in Piazza XI Settembre officiata dal Don Baldo Lombardi della Chiesa Madre S. Maria delle Grazie e Don Salvatore Purcaro della Chiesa Patronale S. Sebastiano Martire, ed a seguire la Processione di SantAntonio di Padova, mercoledì sera 22 agosto 2012, inizia la 137esima edizione della Festa ei Gigli di Brusciano in onore di SantAntonio di Padova per il suo Miracolo del 13 giugno 1875. In queste ultime ore di preparazione della festa antoniana, la Chiesa e la religiosità popolare si ricordano anche di un altro importante sito storico, posto sulla pubblica via lungo il  Vicolo Giovanni Esposito, detto Casaromano, dove è apposta la Croce a ricordo della missione francescana del 1884 e dove si spende uno dei più importanti e difficili passaggi delle macchine da festa nella Processione dei Gigli bruscianesi.Ieri sera, dopo la messa nel primo giorno del Novenario di questa Festa dei Gigli per SantAntonio di Padova, dalla Chiesa S. Maria delle Grazie è partito il corteo dei fedeli verso la Croce di Casaromano dove è stato ricollocato il quadro raffigurante il Volto dellEcce Homo. Questa mattina Salvatore Di Palma, volontario della Caritas, incaricato da Don Baldo ha ulteriormente fissato con più forti e sicuri agganci la tela con la Croce onde impedirne sottrazioni indebite. La storia rocambolesca di questo quadro riguarda il suo furto avvenuto la sera dellEpifania del 2006 ed  il suo ritrovamento, un anno dopo, da parte di un fedele bruscianese presso un mercatino dellusato di Napoli. Il quadro venne poi lasciato sul sagrato della Chiesa S. Maria delle Grazie con una lettera anonima, diretta al Parroco di allora, don Michele Lombardi, in cui si spiegava la dinamica del ritrovamento, lacquisto ed il gesto della restituzione e la riservatezza voluta dallanonimo devoto benefattore. Il sociologo Antonio Castaldo ha riferito che la figura dellEcce Homo che è ritratta nel lavoro ad olio prodotto nel 1959 da Carmine Crispo è una copia delloriginale posseduto, da generazioni, da una delle famiglie di Casoromano. Da mezzo secolo era tuttuno con la Croce di memoria francescana del 1884 fino al sacrilego furto del 2006. Ora Don Baldo lha rimessa, col plauso ed il ringraziamento dei fedeli, dove è sempre stata a devozione del popolo bruscianese.<?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

Don Baldasarre Lombardi ha così chiarito la sua volontà: Potevamo trattenere lopera per la privata ma ridotta visione invece è stata ricollocata a beneficio della devozione popolare pubblica come facevano i nostri avi. Ci auguriamo che questo Volto mentre volge il suo sguardo benefico sul nostro paese, possa ricevere da ognuno che passa la consapevolezza dellincontro con il Volto di Cristo. La Prima Sezione dei Fujenti della Madonna dellArco, Presidente Felice Di Maiolo detto O Paller con Giovanni Di Maio e Mario Esposito, ha installato un mosaico rinnovando la parete che fa da sfondo allantica Croce. Questo grazie al contributo della Comunità dei residenti storici di Casaromano già protagonisti della riscoperta, nel maggio scorso, della Festa del Tre della Croce. La Comunità dei fedeli a Brusciano festeggia anche larrivo  di due sacerdoti, con origini familiari in India, Padre Giuseppe Madani e Padre Giorgio Yeleti, entrambi con la funzione di vice parroco nelle parrocchie di Brusciano che sono tre, le due già citate e quella nel nuovo quartiere residenziale post sisma del 1980, dedicata a San Giovanni Battista. La Comunità locale esprime la gratitudine al proprio Vescovo, S. E. Mons. Beniamino Depalma.

Antonio Castaldo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.