Quotidiano di informazione campano

Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada, A.I.F.V.S. Onlus: “Chiediamo ai familiari di pubblicare sui social una foto in ricordo di chi non c’è più

CRONACA LA GAZZETTACAMPANA

Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada, A.I.F.V.S. Onlus:  “Chiediamo ai familiari di pubblicare sui social una foto in ricordo di chi non c’è più”
ROMA. Domenica 15 novembre 2020 ricorre la “Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada” (WDR). Una data entrata ufficialmente nella storia italiana il 29 dicembre del 2017, con la legge n. 227. https://www.facebook.com/giustiziaperluigi/posts/2438181739821356
Come ogni anno, ad impegnarsi in prima linea è l’A.I.F.V.S. Onlus (Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus), i cui componenti non potranno scendere in piazza a causa delle restrizioni dovute al COVID-19. Saranno, pertanto, i social il mezzo per ricordare chi non c’è più. “L’a nostra associazione, in questo momento di grande tragedie mondiali legate ad un virus, non può non sottolineare che si continua a morire per incidenti stradale – afferma il presidente Alberto Pallotti -. Un problema purtroppo poco evidente e troppo sottovalutato. Ogni anno sulle strade italiane muoiono centinaia di vite innocenti, spezzate dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e da distrazioni alla guida. Nei numerosi processi su piano nazionale in cui siamo presenti, come parte civile e non, sosteniamo le famiglie condannate all’ergastolo del dolore e combattiamo al loro fianco nel nome della giustizia. Quest’anno, a causa del DPCM che vieta manifestazioni in piazza e, dunque, assembramenti, siamo costretti a ricordare i nostri cari sui social in ogni modo possibile. Speriamo di poter tornare presto in piazza a sensibilizzare le persone”.Intanto, giovedì 12 novembre, alle ore 21:30, si terrà la 13a puntata del programma “Uccisi sulle Strade” in cui si parlerà della Giornata Mondiale delle Vittime della Strada. Per l’occasione saranno ospiti: Alberto Pallotti, presidente A.I.F.V.S. Onlus; l’avv. Davide Tirozzi, legale A.I.F.V.S. Onlus; Elena Ronzullo, Presidente A.M.C.V.S. Onlus; Daniele Francini, responsabile della sede A.I.F.V.S. Onlus in Milano; Walter Gabellone, presidente “Associazione Alla conquista della vita, per non dimenticare le vittime della strada – Nardò (Lecce)”; Francesca Valente, compagna di Giorgio Galiero, padre del piccolo Salvatore scomparso il 17 agosto del 2019 in Castel Volturno; Aldo Giove, referente per la Regione Puglia dell’ AMI (associazione motociclisti inc…olumi); Roberto Romano, candidato sindaco ad Aversa con il M5S nel 2019. La trasmissione andrà in onda in diretta Facebook e in contemporanea su YouTube (https://www.youtube.com/channel/UCTZc1ulccPai5rM8XJ5gtRg), coordinata dal responsabile A.I.F.V.S. Onlus Aversa ed Agro aversano, Biagio Ciaramella. Per segnalazioni o interventi durante le dirette, è possibile contattare il responsabile al numero WhatsApp 330443441 o tramite email all’indirizzo giustiziaperluigi@gmail.com.

Biagio Ciaramella, responsabile della sede di Aversa ed agroaversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, commenta la situazione difficile scaturita dal COVID-19 in relazione alla Giornata mondiale per le vittime della strada: “E certamente doloroso per i familiari delle vittime della strada non poter condividere il grande dolore con chi lo ha provato allo stesso modo in piazza o nelle chiese. Tuttavia, per la tutela della saluta pubblica, è importante rispettare le regole. E’ per questo che chiediamo a tutti i familiari delle vittime della strada di spostare il loro operato sui social, pubblicando una foto in ricordo di chi non c’è più. Ciò che che resta nei cuori non smette mai di vivere. Apporremo, ove ci è concesso a seguito di confronto con le amministrazioni, i nostri striscioni nelle municipalità. Vogliamo che i giornali diano lo spazio giuro al nostro dolore, che trattino la tematica, che affrontino ciò che avviene all’interno dei tribunali, che si battano per l’annichilamento di quei patteggiamenti sempre più frequenti che sono una vera e propria offesa per le famiglie”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.