Quotidiano di informazione campano

GLI ORDINI MEDICI DELLA CAMPANIA SCRIVONO AL PRESIDENTE CALDORO

Riceviamo e publichiamo ordine dei medicie degli odontiatri della provincia di Salerno ,per radio piazza news

0

Su iniziativa dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno, i Presidenti degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri delle Province di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, “denunciando – come fanno con particolare insistenza negli ultimi mesi –  insieme a tutte le Istituzioni, il gravissimo danno che il blocco del turn-over in Sanità arreca ai cittadini campani”.

“Se questo dato di fatto – si legge nella nota – poteva essere non diremo accettato, ma capito, perché  vi era il grave deficit dovuto a precedenti dissennate politiche, a pareggio di bilancio raggiunto non è ulteriormente tollerabile. Il veto posto dal Ministero dell’Economia è iniquo se si pensa alle centinaia di milioni spesi per straordinari ed ALPI. Di fronte alla considerazione che con le stesse risorse si potrebbero assumere diverse migliaia di persone, che colmerebbe gran parte dei vuoti da Lei indicati in oltre diecimila unità,  la risposta del Ministero è che poi si dovrebbero versare anche i contributi, e l’INPS si troverebbe in difficoltà.

Data l’inutilità delle proteste e delle sollecitazioni rivolte al Ministero dell’Economia, riteniamo – sottolineano i presidenti degli ordini medici campani – che la Giunta Regionale della Campania debba prendere l’iniziativa di fare ricorso alla Corte Costituzionale, per la lesione di diritti fondamentali, come è  quello della salute. Come già  più  volte accaduto, le sollecitazioni e le proteste non sono sufficienti a determinare un diverso orientamento da parte del Governo. Nessun vincolo può limitare l’azione diretta a tutelare i diritti del cittadino. Vi sono esempi in Italia (Regione Lombardia) o all’Estero (Germania alla corte di Karlsruhe) che possono costituire precedenti. La invitiamo – concludono, rivolgendosi al Governatore Caldoro – a prendere in seria considerazione questa eventualità”. ECCO LA LETTERA

On.le Stefano Caldoro

Presidente Giunta Regionale Campania

Via Santa Lucia

Egregio Presidente,

come Lei sa da molto tempo, ma con particolare insistenza negli ultimi mesi, gli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Campania denunziano, insieme a tutte le Istituzioni, il gravissimo danno che il blocco del turn-over in Sanità arreca ai cittadini campani.

Se questo dato di fatto poteva essere non diremo accettato, ma capito, perché  vi era il grave deficit dovuto a precedenti dissennate politiche, a pareggio di bilancio raggiunto non è ulteriormente tollerabile.

Il veto posto dal Ministero dell’Economia è iniquo se si pensa alle centinaia di milioni spesi per straordinari ed ALPI. Di fronte alla considerazione che con le stesse risorse si potrebbero assumere diverse migliaia di persone, che colmerebbe gran parte dei vuoti da Lei indicati in oltre 10.000 (diecimila) unità,  la risposta del Ministero è che poi si dovrebbero versare anche i contributi, e l’INPS si troverebbe in difficoltà.

Data l’inutilità delle proteste e delle sollecitazioni rivolte al Ministero dell’Economia, riteniamo che la Giunta Regionale della Campania debba prendere l’iniziativa di fare ricorso alla Corte Costituzionale, per la lesione di diritti fondamentali, come è  quello della salute. Come già  più  volte accaduto, le sollecitazioni e le proteste non sono sufficienti a determinare un diverso orientamento da parte del Governo.

Nessun vincolo può limitare l’azione diretta a tutelare i diritti del cittadino.

Vi sono esempi in Italia (Regione Lombardia) o all’Estero (Germania alla corte di Karlsruhe) che possono costituire precedenti.

La invitiamo a prendere in seria considerazione questa eventualità.

Con molti cordiali saluti.

I Presidenti degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri delle Province di

Avellino – Benevento – Caserta – Napoli – Salerno

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.