Quotidiano di informazione campano

Global Warming: cosa ne pensano gli italiani?

Quello del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici, anche alla luce delle recenti manifestazioni "Friday for future", è un argomento sempre più dibattuto anche tra le persone comuni. Vediamo quindi secondo questo interessante sondaggio, cosa ne pensano gli italiani sul cambiamento climatico, quali sono le prospettive per il futuro ed il grado di coinvolgimento emotivo. Senza dimenticarci di dare uno sguardo anche alle altre realtà del mondo

Quello del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici, anche alla luce delle recenti manifestazioni “Friday for future”, è un argomento sempre più dibattuto anche tra le persone comuni. Vediamo quindi secondo questo interessante sondaggio, cosa ne pensano gli italiani sul cambiamento climatico, quali sono le prospettive per il futuro ed il grado di coinvolgimento emotivo. Senza dimenticarci di dare uno sguardo anche alle altre realtà del mondoLa Banca Europea per gli investimenti, ha lanciato la seconda edizione sull’indagine del clima in cui è stato chiesto agli italiani che hanno partecipato, il loro parere sul cambiamento climatico e le possibili conseguenze sul futuro. L’indagine è stata utile per capire come questa percezione di pericolo, ma anche le speranze e le aspettative per il futuro, possano cambiare profondamente nei grandi continenti come l’Unione Europea, gli Stati Uniti d’America e la Cina. Gli esiti della ricerca, suggeriscono come il nostro Paese abbia una visione d’insieme sostanzialmente positiva.

Per cominciare, l’86% del popolo italiano riconosce che il cambio climatico abbia ricevuto un grosso contributo dalle attività umane, di questi il 69% ritiene che sia ancora possibile invertire la tendenza, una percentuale che è superiore alla media europea di ben 10 punti (59%). Gli italiani figurano anche come quelli più propositivi, il 73% degli intervistati, ritiene di essere in prima persona coinvolto in una possibile risoluzione della crisi climatica.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.