Quotidiano di informazione campano

Governo, consultazioni al Quirinale 4 e 5 aprile: chiude M5S giovedì

ROMA POLITICA ITALIANA OGGI 5 APRILE

Da ieri, alle 10,30 le consultazioni al Quirinale del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la formazione del nuovo Governo. I .

Dalle 16,00 della giornata stessa sarà la volta del gruppo “Per le Autonomie (SVP-PATT, UV)” del Senato, seguito dal gruppo Misto del Senato (16,45), dal gruppo Misto della Camera (17,30), dai gruppi “Fratelli d’Italia” di Senato e Camera (18,30). I gruppi Pd apriranno, alle 10 del 5 aprile, la seconda giornata di convocazioni, seguiti da quelli di Forza Italia (11,00)e Lega (12,00). I gruppi M5S chiuderanno i colloqui del Presidente, alle 16,30. Il primo giro di consultazioni rischia però di andare a vuoto. Perché la via di un’intesa M5s-Lega è irta di ostacoli, a partire dalla volontà di Salvini di includere Forza Italia e dalla volontà del leader M5s Luigi Di Maio di non rinunciare alla premiership.Martina: gruppi e direzione Pd dopo le consultazioni
Al tema delle consultazioni è legata una diatriba scoppiata oggi nel Pd, ancora scosso dall’esclusione di un suo rappresentante dai questori di Camera e Senato. Si tratta dell’opportunità o meno di convocare i gruppi dem di Montecitorio e Palazzo Madama prima del quattro marzo (come chiesto dal ministro della Cultura Dario Franceschini e dal Guardasigilli Andrea Orlando) per chiarire la linea politica dem quando i partiti saranno ricevuti al Colle per discutere sul governo. Oppure se convocare la riunione dei gruppi dei due rami del Parlamento solo all’indomani delle consultazioni col Quirinale, come ha chiesto il coordinatore Lorenzo Guerini. Alla fine, dopo una discussione nell’assemblea del gruppo Pd, è passata la seconda linea. «Convocheremo prima i gruppi parlamentari e poi la direzione nazionale subito dopo le consultazioni al Quirinale così da poter valutare tutti insieme la situazione politica» è la linea annunciata al termine del dibattito dal reggente del Partito democratico Maurizio Martina. politica italiana

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.