Quotidiano di informazione campano

Gran Premio Internazionale di Cucina Carfora, a Cervino chef a confronto Ricette con il Provolone del Monaco protagonista per i dieci anni della Dop

0

Entra nel vivo la seconda edizione del “Gran Premio Internazionale di Cucina Giuseppe Carfora”. L’evento è in programma mercoledì 14 dicembre al Sun’s Royal Park di Cervino. Un momento davvero importante per questa struttura che si va ad incastonare nel già ricchissimo panorama di eventi della kermesse di fine anno “Natale e Sapori”.

Grande protagonista dell’evento sarà il Provolone del Monaco Dop. La manifestazione è organizzata dalla direzione della struttura in collaborazione con l’emittente televisiva Capri Event e la redazione della “Gazzetta dei Sapori” che ha selezionato una giuria di altissimo profilo.

Saranno presenti infatti il  consulente per le politiche agroalimentari Italia-Unione Europea Corrado Martinangelo, il presidente dell’Associazione Funghi e Tartufi Boletus Guido Calenda, il presidente dell’Associazione Officina Salumi Campani Giuseppe Di Bernardo oltre ai numeri uno del consorzio di tutela del Provolone del Monaco Dop il presidente Giosuè De Simone e il professore Vincenzo Peretti. Ed il metre Armando De Benedictis. Presidente di giuria la dottoressa Carmela Carfora.

L’idea nasce per valorizzare i prodotti della regione Campania ed assaporarli nelle creazioni degli chef che vorranno partecipare all’evento.

L’edizione 2016 dell’evento vede protagonista il Provolone del Monaco Dop. I finalisti dovranno preparare due creazioni utilizzando il formaggio principe dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina. Un primo piatto ed un secondo piatto che sarà sottoposta alla giuria tecnica e di qualità che giudicherà il piatto.

La scelta è ricaduta sul Provolone del Monaco Dop in occasione dei dieci anni dall’ottenimento del marchio Dop.

IL GRAN PREMIO INTERNAZIONALE DI CUCINA GIUSEPPE CARFORA– Il premio è intitolato alla figura di Giuseppe Carfora ristoratore ed imprenditore, papà della dottoressa Carmela Carfora, scomparso il 21 dicembre 1992. Figlio di ristoratori era studente di economia quando per “punizione” per non aver conseguito risultati scolastici brillanti fu mandato a lavorare in pizzeria per la stagione estiva. Un incontro che fu un colpo di fulmine. Quella fu la strada intrapresa ed oltre ad essere pizzaiolo fu anche pasticciere e cuoco oltre che imprenditore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.