Quotidiano di informazione campano

GRAZIE AL PCIM-L IN CONSIGLIO COMUNALE IL SINDACO ENZO FERRANDINO PRESE L’IMPEGNO DI FARE ISPEZIONARE IL CANALONE DEL RIO CORBORE, MA E’ TRASCORSO UN MESE E ANCORA NON E’ STATO FATTO NULLA. SI ASPETTA LA PROSSIMA FUORIUSCITA DI LIQUAMI SUL LIDO DI ISCHIA PER INTERVENIRE?

Gennaro Savio per radio piazza news

“Come amministrazione abbiamo incaricato l’ufficio competente di attivarsi, in maniera congiunta con Polizia Municipale e con gli addetti dell’E.V.I. stesso, ad effettuare dei controlli all’interno dei tratti di alveo in modo tale da tappare, rinvenire o riconoscere chi abusivamente si immette in questo alveo”. Nel corso del Consiglio comunale del 1 agosto scorso, grazie alla presenza e alla richiesta avanzata attraverso un volantino distribuito a tutti i consiglieri dal Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino, nonostante l’argomento non fosse inserito all’ordine del giorno, un fatto assurdo questo visto la gravità sociale ed ambientale dell’argomento, intervenne sullo scandalo del canalone del Rio Corbore che periodicamente provoca, sulla costa ischitana, schifosi sversamenti a mare di liquami terribilmente puzzolenti. Sversamenti che quest’estate hanno provocato l’ira e la protesta di decine e decine di turisti. Ebbene, Enzo Ferrandino in quell’occasione, così come abbiamo potuto ascoltare all’inizio di questo servizio giornalistico dalle sue stesse dichiarazioni rese in quel Civico consesso, garantì un’ispezione del canalone per individuare ed otturare gli scarichi abusivi presenti al suo interno, ma da allora è trascorso circa un mese e ancora nulla è stato fatto: che vergogna!!! Ma come può un Primo cittadino, tra l’altro su di un argomenti così delicato che da trent’anni ci fa vergognare dinanzi ai turisti, garantire un intervento che avrebbe dovuto essere programmato ad horas visto la gravità della cosa e non aver mosso un dito da circa un mese? Ma stiamo scherzando? Ma veramente gli amministratori comunali pensano ancora di poter procrastinare la soluzione di un vero e proprio dramma sociale come quello degli sversamenti a mare dei liquami puzzolenti? Ma è possibile che politicamente, amministrativamente e istituzionalmente parlando siate così irresponsabili? Sindaco Enzo Ferrandino, possibile che sull’argomento neppure l’essere la massima autorità sanitaria del paese si spinga a risolverlo immediatamente? Cosa aspettate per farlo? Aspettate prima che con le piogge, già annunciate per i prossimi giorni, si verifichino nuovi e schifosi sversamenti? Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato dal Segretario generale Domenico Savio, unica forza di opposizione a Ischia nonostante non ancora presente in Consiglio comunale, continuerà a battersi affinché venga finalmente effettuata l’annunciata ispezione all’interno del Rio Corbore e vengano individuato e otturati gli scarichi abusivi presenti al suo interno e poter mettere così fine agli odiosi e schifosi e periodici sversamenti a mare di liquami.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.