Quotidiano di informazione campano

Gridare “ahia!” aiuta a sopportare il dolore

Notizia dal mondo sulla salute per radio piazza news

0

Washington, 3 feb. – Lamentarsi allevia le sensazioni di dolore. Un gruppo di ricercatori della National University of Singapore ha scoperto che il lamento, come ad esempio gridare “ahi!” o “ahia”, quando ci facciamo male ci aiuta a sopportare il dolore. Questo perche’ il lamento interferisce con i messaggi di dolore che viaggiano verso il cervello.

  Quindi quelle semplici sillabe che urliamo quando stiamo male ci distraggono dalla sensazione di dolore. Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sul Journal of Pain, i ricercatori hanno coinvolto nello studio 56 persone invitate a tenere le mani in acqua ghiacciata e autorizzate a gridare nel caso in cui sentissero dolore, L’esperimento e’ stato ripetuto 4 volte con volontari a cui e’ stato chiesto di rimanere in silenzio: in un test i volontari potevano premere un pulsante quando sentivano dolore, in un altro potevano attivare una registrazione della propria voce che urlava un “ow” (che corrisponde all’italiano “ahia”), in un altro ancora potevano attivare la registrazione di un “ow” detto da un’altra persona e nell’ultimo si potevano sedere. Ebbene, dai risultati e’ emerso che i partecipanti sono stati in grado di sopportare il dolore piu’ a lungo se potevano urlare con la propria voce: in media sono riusciti a sostenere l’esperimento 30 secondi in piu’ degli altri. “Abbiamo dimostrato che i vocalizzi in se’ e per se’ sono potenzialmente analgesici”, hanno detto i ricercatori. “Un semplice atto vocale, come dire ‘ow’, aiuta le persone ad affrontare meglio il dolore”, hanno aggiunto. Ancora pero’ non e’ chiaro come questo processo funzioni. Gli studiosi ipotizzano che i messaggi vocali possano interferire con quelli del dolore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.