Quotidiano di informazione campano

Grillo va a Roma, gli eletti:”Alleanze con Bersani? No ma sì a vicinanza sui temi”

0

Mentre “Lincarico a Bersani mi sembra la cosa più ovvia, al di là del risultato risicato, è lui che ha vinto le elezioni. Il nostro appoggio? Vediamo che governo farà, vediamo chi ci mette dentro”il fondatore e leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, parte alla volta di Roma, cominciano a parlare i neoeletti M5s dopo l’ubriacatura del boom elettorale.

GIULIA SARTI  – Abbiamo i piedi per terra, non siamo tre metri sopra il cielo solo perchè ora abbiamo un lavoro cosi importante e di responsabilità. Giulia Sarti,intervistata da Radio Capital, cita anche Federico Moccia per descrivere il suo stato danimo e quello degli altri eletti con il Movimento 5 stelle. Vogliamo far capire che la normalità di semplici cittadini deve continuare a esserci, la situazione non è delle migliori, sappiamo che avremo un compito difficile ma siamo belli pronti.

MULTIMEDIA CORRELATI

Allapertura di Bersani Giulia Sarti replica: possiamo lavorare insieme su provvedimenti urgenti, ma non diamo una fiducia a priori su intenzioni e parole. Valuteremo tutti insieme in gruppo, cercheremo la via più giusta per rimanere coerenti ma ripeto: alleanze adesso, senza garanzie, non ce ne sono, vicinanza su certe leggi però si. Cercheremo la soluzione migliore per il paese, non siamo sprovveduti, siamo responsabili, la situazione è delicata ma le decisioni si prendono tutti insieme e avverrà molto presto.

Ancora sullapertura di Bersani Giulia Sarti dice che certe cose potevano essere dette e fatte prima.Ora non si tratta di fare gli orgogliosi anzi dovremo essere attenti entrambi. E’ finito il tempo degli insulti, anche perchè sono modi che appartengono soprattutto a Beppe (Grillo), noi candidati non abbiamo gli insulti o le prese in giro nel nostro vocabolario, noi portiamo avanti i contenuti.

ALBERTO ZOLEZZI – “Nessun parlamentare, come potrò essere io, avrà un ruolo diverso da quello che si intende classicamente e quello che farei io non conta assolutamente niente. In questi giorni ci stiamo sentendo, incontrando e definendo le strategie e le priorità tra le persone che risultano elette per il M5S.
Stiamo lavorando cercando di portare i nostri contenuti e di essere propositivi. Sulla base di questo si vedrà come impostare un appoggio a un Governo di scopo, afferma a Radio 24 Alberto Zolezzi, 38 anni, pneumologo dellospedale Poma, capolista per Lombardia 3 del Movimento 5 Stelle.

Questo anche secondo quello che è stato detto da Beppe Grillo, è assolutamente possibile – conclude Zoletti – E chiaro che ci devono essere dei punti molto precisi, degli obiettivi di breve termine molto condivisi fra le forze che le dovranno sostenere. Poi sui singoli contenuti ci potranno essere anche degli sviluppi positivi.
 

GIANCARLO CANCELLIERI – “Lincarico a Bersani mi sembra la cosa più ovvia, al di là del risultato risicato, è lui che ha vinto le elezioni. Il nostro appoggio? Vediamo che governo farà, vediamo chi ci mette dentro”, afferma in una intervista alla Stampa Giancarlo Cancelleri, capogruppo dei Cinque Stelle allassemblea regionale siciliana. E un primo passo potrebbe essere quello della elezione di un Capo dello Stato alla Pertini “questo personaggio immenso che durante il terremoto si toglieva la giacca e si metteva al lavoro. Dobbiamo tornare a questa istituzione alla maniera bella”.

“Che cosa voteremmo subito chiunque lo proponesse? Una seria legge sul conflitto di interesse, il reddito di cittadinanza, un taglio massiccio ai costi della politica”.

DAVIDE BARILLARI  – Abbiamo la grande responsabilità di rappresentare tantissimi cittadini, la politica italiana sarà molto diversa e spingeremo i partiti a cambiare e ad affrontare i problemi reali del paese, senza più logiche di potere, ha detto Davide Barillari (M5S) a Coffee Break, su La7.
Il candidato grillinò alla guida della Regione Lazio ha proseguito commentato la vittoria del neo presidente Nicola Zingaretti: Con Zingaretti affronteremo diversi temi, prima di tutto il problema della sanità, sul quale anche Zingaretti ha portato avanti un discorso sulla trasparenzadelle nomine, che ci trova daccordo e sullambiente, tema sul quale Zingaretti è un pò più calmo ma lo spingeremo ad approfondire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.