Quotidiano di informazione campano

Halloween: Le origini di una lunga tradizione

Le origini di Halloween sono molto discusse tra gli storici. C’è chi pensa che la notte delle streghe derivi dalla festa romana dedicata a Pomona (dea di semi e frutti) o dalla festa Parentalia, dedicata al culto dei morti.
Tuttavia, la maggior parte degli storici è concorde sul fatto che Halloween tragga origine dalla festa celtica Samhain. Il termine deriva dall’antico irlandese e secondo gli studiosi significa “fine dell’estate”. Questa teoria viene avvalorata dal fatto che secondo il calendario celtico di 2000 anni fa l’anno nuovo iniziava proprio il 1° novembre.
Ma in cosa consisteva la festa di Samhain? Con questa festa gli antichi Celti celebravano la fine dell’estate, ringraziando gli spiriti dei morti per il raccolto estivo. Secondo le loro credenze infatti, la notte del 31 ottobre, che segnava la fine dell’estate, consentiva di aprire le barriere tra vivi e morti, dunque era possibile comunicare con il mondo dell’Oltretomba. La festa di Ognissanti, ricordiamo, fu poi istituita ufficialmente il 1° novembre da papa Gregorio IV nell’840, ma con il protestantesimo la festa religiosa venne interrotta in Inghilterra, continuando ad essere celebrata tra la popolazione come festa laica.
Verso la metà del 1800 la festa venne poi importata negli USA, dove in seguito assunse le connotazioni attuali del macabro e dell’occulto. Halloween dunque passò da rituale religioso e spirituale delle origini, a festa consumistica e laica, tra party in costume a tema prettamente horror, zucche intagliate, fantasmini, streghe e il famoso dolcetto o scherzetto (trick or treat) dei bambini. Tutt’oggi Halloween non viene visto positivamente dalla comunità cristiana a causa dei suoi presunti legami con il satanismo, mentre altri credenti considerano Halloween come una semplice occasione per divertirsi e dare spazio alla propria creatività.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.