Quotidiano di informazione campano

HUIKO: il nuovo biglietto per la Cina di Mario Volpe.

CULTURA RADIO PIAZZA NEWS

È passato qualche anno dall’ultimo successo editoriale (L’anno del Dragone) che l’imprenditore e scrittore Pomiglianese riporta, attraverso questa sua nuova fatica, i suoi lettori in Cina con un romanzo breve a metà strada tra il viaggio spirituale e una storia d’amore. Un nuovo libro che parlasse d’oriente era particolarmente atteso tra gli estimatori dell’autore al quale abbiamo rivolto le nostre curiosità.

D: Huiko sarà disponibile in libreria a partire da settembre?

R: In effetti il libro, seppur pubblicato all’inizio di agosto sarà distribuito in libreria a partire da settembre, ma il titolo può comunque essere ordinato fin d’ora oppure acquistato tramite internet.

D: Questa è la seconda volta che un tuo libro ambientato in Cina sarà distribuito un mese prima del tuo tradizionale viaggio in Asia, si tratta di una seconda coincidenza?

R: In realtà si tratta di una coincidenza, ma viaggiando spesso per lavoro la probabilità che un mio libro esca poco prima di una partenza non è remota.

D: Ritornando al libro, l’argomento è ancora il viaggio, seppur in una sua forma particolare.

R: In effetti il libro narra d’un viaggio, fatto per motivi spirituali, terminato il quale racconta di un’attesa da cui parte un viaggio interiore rivolto al tentativo di comprendere taluni perché della vita.

D: Tra questo viaggio spirituale c’è una storia d’amore, come tu stesso la definisci breve quanto la vita di una farfalla.

R: Purtroppo la farfalla nella sua bellezza ha destino beffardo, vive più come bruco costretto a terra che come essere capace di volteggiare nell’aria. Eppure, nessuno rimane indifferente al passaggio di una farfalla come alle storie d’amore.

 

Prima di salutare Mario Volpe gli abbiamo chiesto qual è stata la fonte d’ispirazione di questo romanzo che, pur trattando di Cina, si distacca particolarmente dal suo precedente lavoro. L’autore non ha fatto mistero nel confessare che molte pagine provengono dalla trasposizione di esperienze vissute; dagli incontri con una sua parente asiatica di credo buddista e dalle letture delle storielle Zen che, di tanto in tanto, lo accompagnano durante i lunghi spostamenti in aereo. Ma il seme che ha fatto nascere il bisogno di raccontare e di scrivere è stato piantato dal suo ‘Huiko’, un amico che durante il periodo monastico ha accolto l’autore nella spiritualità del suo tempio.

 

 

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.