Quotidiano di informazione campano

I mari del sud

0

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Carcassonne Mari del sud è il primo gioco di quella che dovrebbe essere una nuova collana chiamata Carcassonne Around the world. Come si può ben capire l’ambientazione non è più la cittadina medioevale francese che aveva dato il nome al gioco originale: ora siamo proiettati in un meraviglioso arcipelago dei mari del sud. Il nome della collana è comunque rimasto “Carcassonne”, perché le meccaniche del gioco sono rimaste per lo più identiche a quelle del noto ‘predecessore. Il gioco Mari del sud, come già detto, prende da Carcassonne le meccaniche principali (a cui rimandiamo), ossia il piazzamento tessere e conseguente omino, aggiungendo due novità sostanziali. Prima di illustrare le novità c’è da dire che, cambiando l’ambientazione, cambia anche ciò che è rappresentato sulle tessere: per cui le città lasciano spazio alle isole, le strade diventano ponti, i campi diventano porzioni di mare ed i monasteri diventano mercati. Le novità sono due: – la modalità per fare punti e la gestione delle porzioni di mare (ossia i vecchi campi di Carcassonne); – la possibilità di poter ritirare i meeple dalle tessere. La nuova modalità di fare punti è totalmente diversa da quella del predecessore. Ora quando vengono chiuse le isole, i ponti e le zone di mare, non vengono automaticamente assegnati i punti ma si acquisiscono dei beni: rispettivamente le banane quando vengono chiuse le isole, le conchiglie per i ponti ed i pesci per le zone di mare. Diversamente dai campi, le zone di mare quindi non danno punti a fine partita ma producono pesce e ciò avviene sia se la zona di mare è chiusa (naturalmente ci deve essere un omino pescatore), sia se piazzando una tessera viene inserita una barca da pesca nella zona di mare. Le merci ottenute vengono usate per rifornire di beni una delle quattro navi ‘attive’. Ogni nave dà dei punti (i valori delle navi vanno da 2 a 6): naturalmente maggiori saranno le merci e la varietà che ogni nave richiede per essere presa, maggiori saranno i punti che si otterranno. Ogni giocatore può prendere al massimo una nave per ogni turno. Per quanto riguarda i mercati: quando sono completamente circondati da altre tessere essi permettono di poter prendere una delle navi senza dover soddisfare la sua richiesta di merci. L’altra novità sostanziale rispetto all’illustre capostipite è che un giocatore, dopo aver piazzato una tessera, ha poi la possibilità di scegliere se piazzare un suo lavoratore o al contrario riprenderne uno precedentemente piazzato, che magari ritiene non possa più portargli vantaggio (anche perché rispetto al predecessore ogni giocatore non ha più 7 lavoratori a disposizione ma solamente 4). Considerazioni Carcassonne Mari del sud rende meglio in 2, dove risulta essere un gioco abbastanza profondo, mentre perde questo aspetto con l’aumentare del numero di giocatori. La nuova modalità di punteggio rende il gioco più tattico che strategico: infatti spesso è più importante scegliere di tentare di prendere meno materie ma del tipo che serve di più in quel momento in base alle barche che sono attive.

Collegamento alla Scheda del Gioco:
Score:
0.00
Hits:
1 064
Pro:
Materiali e grafica sono ottimi. Il gioco è semplice , immediato veloce e molto tattico.
Contro:
Il solito difetto di Carcassonne: non è esente dalla fortuna dovuta alla pesca delle tessere. I giocatori più esigenti potrebbero trovarlo poco profondo (ma come sappiamo non sempre è un difetto).
Contenuto:
73 tessere paesaggio, 60 Merci in legno (10 piccole e 10 grandi per ognuno dei tre tipi: Banana, Conchiglia, Pesce ), 19 tessere barca, 20 indigeni in cinque colori, 1 libretto di

Get real time updates directly on you device, subscribe now.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.