Quotidiano di informazione campano

I MISTERI DEL MATRIMONIO ALLA REGGIA. In tanti hanno mentito, forse per coprire un’operazione degli amici del governatore De Luca

CRONACA CASERTANA DA CE net per radio piazza eventi

CASERTA – “Francamente non sono soddisfatto delle giustificazioni portate da Maurizio Gemma, presidente della Film Commission della Regione Campania, nel corso dell’audizione in Commissione cultura”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione cultura, che aveva chiesto al presidente della stessa Commissione, Tommaso Amabile, di convocare Gemma “dopo le polemiche nate per la collaborazione fornita, non si capisce a che titolo, all’organizzazione di un matrimonio privato tra la Chiesa di piazza Plebiscito e la Reggia di Caserta”.

Gemma ha detto che ha accettato di collaborare all’organizzazione di quello che gli era stato prospettato come un evento dalla Urban production, pur riconoscendo che non rientrava nel core business della Film Commission e già questo basterebbe a confermare tutte le perplessità sull’opportunità di farlo” ha raccontato Borrelli aggiungendo poi che “sembra quanto mai singolare che persone e società di cui lo stesso Gemma si fidava gli abbiano nascosto la verità su quanto stavano organizzando, anche perché non si capisce il motivo per cui nascondere la realtà se non perché erano consapevoli, loro stessi, che un matrimonio non aveva nulla a che fare con la Film Commission”.

Tutta la vicenda lascia dubbi e ombre, compresa la storia dell’accesso ai viali adiacenti la Reggia per le auto che portavano gli ospiti al ricevimento, una vicenda che ha portato Gemma a definire “pavido” il Sindaco di Caserta per essersi sfilato dalle polemiche rimandando tutto alle responsabilità della Film Commission” ha aggiunto Borrelli per il quale “l’audizione non ha portato quei chiarimenti che ci si aspettava, anzi abbiamo capito che la Film Commission s’è fidata di una società privata che, nei fatti, ha basato la sua richiesta su una bugia”.

Per quanto ci riguarda non è in discussione l’azione della film commission campana nel suo complesso ma solo questo specifico episodio che a nostro parere è molto grave” ha concluso Borrelli aggiungendo: “per il futuro vogliamo maggiore trasparenza e soprattutto che davanti a comportamenti scorretti si reagisca in modo chiaro e risoluto e non con mezze parole”.

I commenti sono chiusi.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.