Quotidiano di informazione campano

Ieri a Napoli ucciso boss, stazionario dipendente pub

0

Ieri a Napoli e stato ucciso un boss. Resta riservata la prognosi per Giuseppe Catena, il dipendente di un pub di 29 anni, raggiunto per errore da un proiettile mentre stava depositando rifiuti all’esterno del locale in piazza Sanità a Napoli. Il giovane è rimasto coinvolto nell’agguato nel quale è stato ucciso Pietro Esposito, capo dell’omonimo clan del quartiere, di 45 anni.
Catena è stato sottoposto a un intervento chirurgico nell’ospedale Vecchio Pellegrini dove è stato trasportato da un amico che lo ha soccorso. Cronaca campania radio piazza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.